♥♥♥ Benvenute a tutte voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

lunedì 21 maggio 2012

Un fine settimana all'insegna del dolore


Oggi dovevo dedicare un post ad una cena che ho organizzato sabato scorso con due cari amici e giovani sposi, Elena e Marco, ma francamente non me la sento. Magari domani.....

E' stato un fine settimana all'insegna del dolore, del lutto, della paura.


Questi occhi, gli occhi di Melissa, non potranno più vedere la luce del sole, non potranno più brillare di gioia ma, soprattutto, non potranno più essere visti dai suoi genitori.

A costo di sembravi a tutte voi dura, cattiva, voglio fortemente credere che un giorno colui o coloro che hanno tolto la vita a questa "stella" e distrutto per sempre una famiglia, prima o poi abbiano questi occhi addosso, ovunque andranno, e che tolga a loro il sonno.

E' chiaro che chi commette atti simili non ha ne cuore ne coscienza, ma dimenticano una cosa importante: nessuno di noi è immortale e per ognuno di noi arriverà quel momento e nessuno sa ne come ne quando e se davvero c'è QUALCOSA O QUALCUNO di là ad aspettare tutti noi.......beh la vedo dura per chi ha un simile bagaglio da portarsi dietro "AL COSPETTO DI CHI TUTTO SA E TUTTO VEDE". E soprattutto INDIETRO NON SI TORNA ED E' PER L'ETERNITA'!!!


Ieri mattina la terra ha tremato in modo terribile, portando distruzione, dolore e morte.

Quando l'ho sentito ero già sveglia da un bel pò, anche se ero andata a letto all'una e mezza. E' stata una scossa fortissima, tutto in casa ha ballato e ho sentito i muri della casa come stessero per esplodere.

Il terremoto purtroppo lo conosco bene, ero una quattordicenne quel tragico 6 maggio 1976, e da allora di scosse sismiche ne ho sentite e vissute moltissime.

Non ho paura, non ho mai avuto paura del terremoto; che si può fare nei confronti di qualcosa che non si può prevedere o fermare? Nulla!

Molti dei nostri vicini hanno scelto di passare la notte in auto, noi invece, siamo tornati a letto, sentendo poco dopo la scossa delle 5.05. Il terremoto non aspetta che si sia fuori di casa, arriva quando vuole. E quindi che si fa? Si passa la vita in auto?

Sono sempre stata fatalista e la vita mi ha portato a capire che molti eventi non si possono prevedere e che per ognuno di noi vi è un destino segnato.

Possiamo evitare questo o quello e poi magari un fatto banale, impensabile ci porta al peggio.

Il mio pensiero è andato subito alla mia amica Anna del blog "In casa di Gaia" e finchè non l'ho sentita non sono stata tranquilla.

So che qualcuna di voi potrà storcere il naso per questo post. Il dolore spaventa, allontana.

Ma io non sono capace di girare la testa e tantomeno di trattare argomenti "leggeri" in un giorno come questo dove c'è una famiglia che darà l'ultimo saluto all'unica figlia, dove ci sono migliaia di persone senza più un tetto sulla testa, famiglie che piangono i loro cari e molti hanno pure perso il lavoro.

Non posso amiche, proprio non posso, perchè potrei essere io tra loro, perchè nella vita mai dire mai.

C'è bisogno di rispetto, di riflessione, di amore e di preghiera per chi ha fede. E se Dio magari potesse almeno fare il miracolo di far smettere di piovere in quei luoghi che già sono così provati...........

E c'è anche tanto bisogno di



S I L E N Z I O!!!

24 commenti:

  1. condivido in toto quello che hai scritto!!!!!! anche io oggi non sono riuscita a postare nulla,....almeno oggi , silenzio e preghiera.....ti abbraccio forte forte Lory

    RispondiElimina
  2. ciao polly, questi fatti ci hanno scioccati, continuano a passarmi davanti agli occhi le immagini di melissa e del terremoto,ci lasciano senza parole ammutoliti da tanta ferocia e da tanta sfortuna, abbiamo bisogno veramente di silenzio per riflettere e capire dove stiamo andando a finire, piu' andiamo avanti e' sempre peggio, sta diventando un mondo difficile da vivere, ciao grazie per il post, un abbraccio rosa a presto...

    RispondiElimina
  3. Ciao Paola,è vero tutto quello che hai detto!!
    Io l'ho pensato sabato,avevo il post pronto,ma non me la sono sentita di mandarlo......
    Oggi veloce veloce e non perchè non avevo tempo,anzi,ma perchè non ho voglia di parlare ho voluto postare qualche immagine,tanto per togliere il compleanno della dolcissima Rosetta che mi sembrava ormai fuori tempo!!
    Anche se per chi come noi che non ce ne freghiamo delle disgrazie altrui,ti fa star male e non sei serena e poi giustamente come dici,ad ogni uno di noi poteva succedere una cosa del genere!!
    Mi unisco alle preghiere che Dio dia forza a queste famiglie e che magari possa anche far cessare tutte queste brutte disgrazie,chissà se mi ascolta!!
    Un bacione
    Sabry!!

    RispondiElimina
  4. Le tue parole sono anche nei miei pensieri e anche se ho scelto di non citarle di persona, le disgrazie di questi giorni hanno toccato anche me.
    Speriamo in bene .
    Maddalena

    RispondiElimina
  5. Brava Paola!Hai detto bene tutto quello che c'è da dire !Un abbraccione,non riesco a scrivere altro!Baci,Rosetta

    RispondiElimina
  6. Sì, angelo mio.
    Religioso, rispettoso silenzio.
    Oggi DEVE essere così.
    E Dio c'è...
    ...tu SAI che c'è.
    Non cessiamo d'invocarlo.
    MAI.
    Lo ringrazio perchè tu e i tuoi cari state bene...lo prego per chi bene non sta.
    Vado da Anna.

    Un bacio, immenso.

    M@ddy

    RispondiElimina
  7. Condivido le tue parole,il dolore e la rabbia e l'incredulità e l'impotenza ci hanno unito tutti in questi giorni...mi unisco alle tue preghiere per tutte quelle persone che stanno soffrendo! Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  8. ciao Paola,hai scritto parole molto vere,piene di una verita' che non si puo' cambiare.
    dai miei,per fortuna,non e' successo nulla di irreparabile,pero' anche io sono stata una di quella di quelle che ha pensato:e se fosse stato a qualche km piu' in qua?se fosse stata la loro casa a crollare?e se ci fossero stati?
    poi,da egoista,ho detto,meno male di no..ora la mia bimba e' con loro li' a Soliera e spero vada tutto bene.

    RispondiElimina
  9. Brava Paola hai scritto bene ciao io sono di poche parole ciao Giuliana

    RispondiElimina
  10. Ciao Paola, le tue riflessioni lasciano trasparire amarezza, ma non vorrei sembrarti superficiale nel dirti che alle volte nella serena accettazione c`e` il segreto della vita! Come dici tu qualcuno rispondera` delle proprie azioni in quel tribunale che aspetta tutti noi! Con questo il dolore lancinante di due genitori forse si sopira' con il tempo e tutto quello che posso fare e` dire una preghiera per loro e per il loro angelo! La notte scorsa ho pensato a tutte quelle persone che dovevano affrontare la notte, quando tutto sembra piu` minaccioso, con animo impaurito!
    Con affetto sono vicina a tutti coloro che sono rimasti coinvolti!
    Scusa i pensieri un po` aggrovigliati.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Ciao paola,le tue parole denotano la sensibilità che ti appartiene...siamo vicine alle famiglie che soffrono con il cuore,ma guardiamo avanti con ottimismo,sperando che si fermino tutte queste cattiverie e disgrazie...
    baci lieta

    RispondiElimina
  12. Ciao Paola,
    condivido le tue riflessioni e
    prego nel silenzio per tutte queste persone,
    un abbraccio,Claudia

    RispondiElimina
  13. Cara Paola,hai ragione,non ci sono parole per tutto ciò che è successo,a noi non resta che pregare per le vittime innocenti e i loro famigliari.Auguriamoci un mondo migliore,Letizia.

    RispondiElimina
  14. Sono d'accordo con tutto quello che hai scritto. Ringrazio di non abitare in una zona sismica, almeno finora..., deve essere terribile.
    Il pezzo di infame di Brindisi una volta individuato dovrebbero lasciarlo alla folla, nessuna pena può essere all'altezza del suo gesto.

    RispondiElimina
  15. Ciao Paola, GRAZIE per le tue parole. Io sono nell'EMILIA! ;*

    RispondiElimina
  16. Non aggiungo nulla a quanto hai detto, hai espresso totalmente il mio pensiero cara amica...di fronte ad un terremoto nulla si può ma chi ha tolto la vita a Melissa prima o poi pagherà...che sia su questa terra o in cielo...pagherà!
    Grazie cara Paola...grazie con tutto il cuore, sono felice di aver trovato amiche speciali tramite il blog che mi vogliono bene e mi pensano...io sono stata fortunata, a parte lo spavento da noi non è successo nulla..ma quelle povere persone a pochi km da me..non riesco a non pensarci!!!
    Ti abbraccio forte forte!
    Anna

    RispondiElimina
  17. Ciao, Paola hai pienamente ragione, c'è poco da aggiungere, per chi crede si può solo pregare!Ciao, a presto

    RispondiElimina
  18. Grazie per il commento!!!
    Mi aggiungo alla tua riflessione...e condivido...non sono persone ....normali quelle che pensano di uccidere...sono malate e a volte oltre ad essere puniti vanno educati all'amore....il dolore e la rabbia e' tanto,troppo per esprimere in questo momento un'opinione...lo stato dov'e'....questa e' la mia rabbia!!!!Si sapra' mai la verita' o ci fanno saprere solo quello che vogliono loro....
    Sono stanca di tante menzogne!!!!!!!Grazie per la riflessione!Buon tutto

    RispondiElimina
  19. Brava Paola, almeno il silenzio e il rispetto sono doverosi per chi è colpito dal dolore..
    Un abbraccio
    paola

    RispondiElimina
  20. Hai saputo sintetizzare i sentimenti di tutti, non c'è una virgola da aggiungere alle tue parole. Il dolore per la perdita di un figlio è incommensurabile. Condivido tutto ciò che hai scritto sul terremoto anche se ripensando a quella sera e rivedendomi "volare" sulle macerie della casa mia nonna l'angoscia mi ritorna e la rivivo insieme a tutti coloro che hanno dormito in macchina stretti nelle coperte e nella loro paura. Ciao Anna.

    RispondiElimina
  21. Cara Paola, hai fatto un post bellissimo, non potrei aggiungere altro. Ti ringrazio per le belle parole che hai lasciato anche da me, adoro il tuo modo di scrivere, sei una persona bellissima! Ti abbraccio forte forte, perché se ti avessi accanto è quello che farei!
    Claudia

    RispondiElimina
  22. Paola scusa se ti sembro invadente sono passata per un saluto e sapere come stai?
    Un abbraccio
    Sabry!!

    RispondiElimina
  23. I know this site offers quality based content and additional material, is there any other site which presents such things in quality?


    My web-site ... click here

    RispondiElimina

Grazie per la vostra visita e per il commento.