♥♥♥ Benvenute a tutte voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

venerdì 27 maggio 2016

♥ Torta salata di farina integrale con asparagi su crema di ricotta ♥






Giornate assolate, temperature gradevoli, voglia di fare picnic, scampagnate, insomma voglia di stare all'aria aperta, sperando che duri.

Una delle pietanze tipiche che si portano per questi momenti, è la torta salata, e quest'oggi vi spiego come fare questa "crostata salata"  di cui vi ho fatto cenno lo scorso post.

Si tratta di un impasto particolare, fatto con la farina integrale. La ricetta ce l'ho da molto tempo, ancora quando mio figlio Nicolò faceva le elementari. Me l'aveva passata una mamma, con la quale ho condiviso mille avventure con gruppi ai quali facevamo parte.....ah che bei tempi!




Ingredienti per la pasta:

100 ml di olio di semi di mais
100 ml di vino bianco secco
farina integrale tanta quanto ne assorbe i liquidi
sale q.b.

Ingredienti per la farcia:

un mazzetto di asparagi
250 gr di ricotta
1 uovo intero
2 bei cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe q.b.



Procedimento:

Mettete a lessare gli asparagi, dopo averli accuratamente puliti. Una volta cotti, lasciateli scolare e teneteli da parte. Nel frattempo preparate l'impasto. In una ciotola versate olio, vino bianco e sale. Mescolate e cominciate a versare la farina integrale. Dovrete raggiungere una consistenza leggermente più morbida rispetto ad una pasta frolla.

Fate riposare in frigo per circa 20 minuti.

Preparate ora la crema di ricotta rompendo un uovo in un'altra ciotola, aggiungete il parmigiano sale e pepe, mescolate e unite la ricotta. 



Prendete ora una teglia per crostate, ungetela e cospargete con pane grattugiato, eliminando l'eventuale eccesso. Stendete la pasta con il mattarello su un piano e passatela sulla teglia. Versatevi sopra la crema di ricotta, e disponete gli asparagi a raggera.

Passate in forno già caldo a 180° per 20 minuti.



Guarnite con foglie di basilico e un ravanello a forma di rosa, precedentemente bel lavati e asciugati.

Come fare la rosa con il ravanello? Semplice! Praticate tutt'intorno dei taglietti, a scalare dall'alto verso il basso. Mettete il ravanello dentro una ciotolina con dell'acqua e vedrete che dopo poco cominceranno ad aprirsi i petali. Facile, no!

Questo tipo di base di torta salata, può essere utilizzato anche come versione dolce.

Sarà sufficiente sostituire il quantitativo di sale con lo zucchero, generalmente ne basta un cucchiaio per la dose di liquidi che vi ho su indicato.

Potete usare anche altre farine, come quella kamut, di farro, di ceci e farcirle a piacere con verdure di stagione.


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Prima di passare ai saluti, voglio ringraziare tutte coloro che mi hanno chiesto e augurato pronta guarigione a mia madre, siete state carinissime, e mia madre vi ringrazia tutte, unitamente a me.

Proprio stamane ci sarà un ulteriore controllo post-intervento, e molto probabilmente ne verrà programmato un altro. Nel frattempo godiamo del successo di questo. Mia madre risponde bene, è una donna che reagisce sempre  ^_^. Ancora grazie di ♥ a voi tutte. 

♥ ♥ ♥ ♥ ♥


Buon fine settimana a voi, che sia assolato, gioioso, allegro, rilassato, intenso, dedicato a riposarvi o a sistemare la casa, il giardino, il terrazzo.

L'importante è che siate serene e piene di forza positiva.

Un abbraccio 

♥ zia Polly ♥


lunedì 23 maggio 2016

♥ Sacchetto porta foulard e ..... il mio w.e. ♥



Rieccoci, si ricomincia una nuova settimana, siete pronte? Belle cariche? Su su dai, lo so che il lunedì è sempre difficile come giorno, ma poi arriva martedì, mercoledì, e.....in un attimo è nuovamente fine settimana. Impariamo a godere di ogni giorno, incluso il lunedì, almeno proviamoci ;-)!

Tenere in ordine foulard o sciarpine è necessario. Io stessa mi sono confezionata dei sacchetti non solo per tenerli in ordine, ma anche per preservarli dalla polvere e tenerli in armadio. Nel momento in cui mi serve o un foulard od una sciarpina, non faccio altro che aprire il mio sacchetto e scelgo.


Ho pensato di condividere questo metodo con chiunque lo desideri, creando dei sacchetti porta foulard. Uno è questo che vedete qui sopra. Ho scelto dei tessuti giapponesi in due tonalità di verde salvia, uno più intenso per l'esterno, di una tonalità più delicata per l'interno. Entrambi hanno un minuscolo pois. All'esterno ho applicato una tasca e sulla stessa ho cucito una farfalla con entrambi i tessuti, ricamandone le antennine a punto erba e nodini. Navigando in Pinterest, fonte preziosa ed inesauribile di idee, mi sono imbattuta in questa farfalla, mi è piaciuta un sacco e ho pensato di applicarla in questa ed altre mie creazioni. 




Un nastro a  quadretti vichy di una tonalità più intensa, lo chiude con un fiocco al centro, passando dentro una coulisse.

Che dite, vi piace come idea? 

Lo potete già trovare qui, nel mio negozio on line, oppure potete contattarmi alla mia mail per qualsiasi informazione riguardo le mie creazioni.


♥ ♥ ♥ ♥ 

Giovedì scorso mia madre ha subito un intervento. Tutto bene ma è ovvio che ha bisogno, anche se non costantemente, di assistenza per via di alcune medicazioni.

Mia sorella ed io ci siamo alternate in questi giorni, anche perchè mia madre è una che non sta ferma mai, magari trascinandosi, ma cerca di fare sempre tutto da sola...........ok, ok, ok, lo so, io sono uguale se non peggio. Che volete, lei lo ha ereditato dai suoi genitori ed io dai miei ^_^. Va da se che comunque cerchiamo noi figlie di essere presenti, soprattutto mia sorella visto che abita vicinissima. E per questo w.e. ci siamo alternate. Lei è stata con mamma sabato, perchè io dovevo andare via, e io ci sono stata domenica.



Per chi mi segue in Facebook, avrà visto i miei scatti praticamente in diretta, mentre passeggiavo tra boschi, in mezzo al verde, ricaricandomi e lasciandomi assorbire totalmente dall'incanto dei luoghi che mi "accoglievano", dando da mangiare a caprette che mi chiamavano da lontano. Un sole meraviglioso, con un caldo che si sentiva ma era sopportabile, sono andata a raccogliere fragoline selvatiche e ciliege che ho poi trasformato in liquori e.....




.....alcune fragoline le ho usate per preparare una crostata con crema pasticcera da portare la domenica a mia madre. Oltre ad averle portato una grigliata mista e la crostata, le ho preparato una torta salata con farina integrale e asparagi, guarnendola con un ravanello fatto a rosellina, poggiato su delle foglie di basilico (prossimamente la ricetta). 

Siamo rimaste noi due tutto il pomeriggio a chiaccherare, ad ammirare i suoi lavori di merletto di Burano ad ago......veri e propri tesori. E tra una medicazione e l'altra ha voluto farmi vedere ricordi miei, molto lontani nel tempo. Quaderni di quando ero alle superiori, appunti, scritte, dediche che avevo ricevuto, una famosa scritta di una mia compagna, quella che da allora mi fece chiamare "zia Polly", per il mio modo di essere con tutti.

E poi dei fogli che mi hanno fatto sobbalzare il cuore e che ho guardato e riguardato, e mi hanno regalato un sorriso enorme, come lo è stata l'emozione nel ritrovarli ♥.

Bello, è stato un w.e. decisamente pieno, intenso, carico di emozioni......

Buona settimana a voi, by


♥ zia Polly ♥


venerdì 20 maggio 2016

Bocconcini di pollo alle spezie e sesamo


Il pollo è un piatto leggero, indicato in tutte le diete, ma è anche vero che va a noia mangiarlo sempre allo stesso modo.

Io cerco sempre di variare la ricetta: con i capperi, verdure, al latte, ecc. L'altro ieri, visto che sia io che mio figlio amiamo gli aromi, meglio se freschi, ho provato a cucinare dei bocconcini di pollo nel modo che vado a spiegarvi.


Ingredienti:

1 petto di pollo tagliato a dadolini
timo, prezzemolo, maggiorana, salvia, rosmarino, basilico, origano
un pò di cipolla tritata
olio extravargine d'oliva
una bella manciata di semi di sesamo
un pò di salsa di pomodoro
sale e pepe q.b.


Procedimento:

Innanzitutto tagliate a dadini un petto di pollo. In una bella padella capiente versate un filo d'olio extravergine d'oliva e fate rosolare un pò di cipolla tagliata fine. Aggiungete i bocconcini di petto di pollo e lasciate rosolare per pochi minuti. Preparate un battuto con tutti gli odori che vi ho su indicato e aggiungetelo alla carne. Rimescolate con cura il tutto, e lasciate cuocere, coperto, per circa 20 minuti, rimescolando ogni tanto.


Aggiungete la salsa di pomodoro, aggiustate di sale e pepe e, a questo punto


unite una bella manciata di semi di sesamo. Mescolate affinchè tutti i bocconcini di pollo ne vengano avvolti.

Spegnete e servite.

Sapore delicato e profumo di spezie, da accompagnare ad una bella insalata, ma anche a delle zucchine trifolate.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Dovrebbe ritornare il sole per questo w.e., speriamo.

Comunque sia, scegliete sempre di vivere i vostri giorni con il sorriso, a dispetto anche di momenti difficili.

Mai darsi o darla vinta, anche al destino più duro, ricordate!

Un abbraccio

♥ zia Polly ♥

lunedì 16 maggio 2016

♥ Pochette portaocchiali ♥


Buon lunedì e buona settimana ^_^! E ricominciamo, dopo un w.e. tra sole e temporali, mentre io ho smontato e rimontato una stanza intera....e da sola....non sono normale, lo so, mai asserito il contrario. Ma che volete, io sono una che non sopporta di lasciare lì le cose troppo a lungo, e detesto chiedere, anche perchè spesso la risposta è "ora non posso...più in là....ecc. ecc.". E allora io prendo e faccio. Ammetto che oggi è come mi fosse passato sopra un tir con tanto di rimorchio luuuuuuuuuuungo, ma sono decisamente soddisfatta e pronta per ripartire alla grande. Un pò di olio lubrificante qui e lì e......praticamente nuova....ah ah ah.

Come già vi ho detto, sto creando varie cose, tra queste ci sono dei portaocchiali.

























Che siano da sole o da vista, hanno bisogno di una custodia. Normalmente ce l'hanno in dotazione, ma sono impersonali, tutte uguali, di plastica, anonime. Allora ho pensato di prepararne qualcuna, una è questa che vedete qui sopra. In tessuto panamino color sabbia o grezzo che dir si voglia, stampato con una delicata fantasia color avorio per l'esterno, mentre l'interno sempre in panamino, è in tinta unita. E' leggermente imbottito, per attutire eventuali colpi.




Come chiusura, ho scelto una bella perla bianca, per donare un tocco di luce e raffinatezza. L'asolina è in cordonetto attorciliato.

A disposizione di chiunque desideri informazioni riguardo le mie creazioni.

A presto!

♥ zia Polly ♥




venerdì 13 maggio 2016

Carbonara di asparagi


Vento, pioggia, tuoni, fulmini, donne siamo sotto attacco del maltempo! Da mercoledì acqua e ancora acqua, sembrano più giornate da autunno inoltrato che di primavera, quasi estate. Eh vabbè, prendiamo quello che viene e cerchiamo di consolarci in qualche modo.....magari con una ricettina veloce e buonaaaaaaaaaa!

Vi ho già parlato di quante proprietà hanno gli asparagi qui. E visto che siamo in piena stagione, voglio proporvi questa ricetta vegetariana che li vede protagonisti al posto del solito guanciale.




Ingredienti:

Un mazzetto di asparagi
una piccola cipolla o uno scalogno
1 uovo per ogni commensale
olio extravergine d'oliva
sale e pepe q.b.
una bella manciata di parmigiano grattugiato



Procedimento:


Cuocete gli asparagi in acqua bollente salata per una quindicina di minuti. Toglieteli dall'acqua di cottura E CONSERVATE L'ACQUA DOVE AVRANNO COTTO.

In un tegame fate rosolare per qualche minuto il cipollotto tagliato finemente. Unite quindi gli asparagi tagliati a tocchetti. Tenete da parte qualche puntina, servirà per guarnire il piatto. Continuate a cuocere per 10 minuti, aggiustando di sale e pepe e mescolando il tutto. Spegnete e lasciate intiepidire.

Nel frattempo cuocete la pasta che avrete scelto dentro l'acqua che avete usato per cuocere gli asparagi. Io ho optato per delle penne lisce.

In un piatto sbattete le uova con un pizzico di sale e pepe.



Scolate la pasta e mettetela in una zuppiera che poi porterete in tavola. Aggiungete nel sugo di asparagi, che si sarà freddato, le uova sbattute e mescolate il tutto. Condite la pasta, spolverizzate con un'abbondante grattugiata di parmigiano grattugiato e guarnite con le punte di asparagi che avete tenuto da parte.

Da mangiare subito, ancora calda, è una meraviglia!

Per gli amanti degli asparagi: possono essere conservati anche congelati, come? Puliteli come doveste mangiarli subito, quindi inseriteli in sacchetti gelo chiusi bene, e metteteli in congelatore in posizione eretta. Potranno essere consumati in inverno, basterà portare a bollore dell'acqua e cuocerli come di consuetudine. 

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Qualsiasi siano i vostri progetti per questo w.e., ricordatevi sempre di vivere serenamente, anche se il tempo non dovessere essere al massimo.

Ogni cosa regala emozioni, sensazioni.

Anche giornate piovose fanno parte della nostra vita, ogni giorno va vissuto intensamente e custodito come un dono prezioso.

E il brutto tempo può essere un modo per ritrovarsi anche con se stessi, con le proprie passioni, letture, hobbies...... o riscoprire l'amore per qualcosa....o qualcuno ♥.

♥ zia Polly ♥





mercoledì 11 maggio 2016

♥ Sacchetto portacucito coccoloso ♥



Noi creative lo sappiamo, scatole, sacchetti e mille altri contenitori non ci bastano per contenere il necessario per il cucito. Ed è altrettanto vero che, anche per chi di filo ed ago non ne vuole sapere, un posticino dove raccogliere tutto il necessario, con un certo ordine, ci vuole.

E nasce così questo progetto, un sacchettino coccoloso, in tessuto stampato a piccoli boccioli di roselline su fondo bianco per l'esterno, mentre righine rosa-bianco l'ho scelto per foderarlo.


Sul fondo ho cucito un puntaspilli dalla forma di fiore, al centro del quale ho messo un bottoncino in madreperla.




                                ♥ ♥ ♥












                                     ♥ ♥ ♥
                         






Ben 8 taschine foderate si trovano all'interno che serviranno per inserire forbicine, portaspilli, spagnoletti, ditale, metro, ecc.

Un'idea regalo anche per una futura sposa, oppure per una ragazza con la passione del cucito.

Già disponibile qui, nel mio negozio on-line. Oppure potete contattarmi direttamente alla mia mail.

A venerdì.

♥ zia Polly ♥

lunedì 9 maggio 2016

♥ Pochette portatrucco - "Assaporando Cison" edizione 2016 ♥




Buon lunedì. Maggio mese delle rose, meraviglioso fiore dai mille colori e sfumature, nonchè dai profumi più intensi o delicati. E nasce così, proprio pensando a questo fiore, questa pochette portatrucco, in tessuto esterno ed interno in cotone, nella tonalità del rosa.





Le sue misure sono perfette per contenere il necessario per il maquillage,



come ombretti, rimmel, pennello, blush, rossetto, ecc. L'interno è foderato in color burro.










Un piccolo pizzo in tinta è legato alla cerniera, per essere più agevole nell'apertura.

Queste pochette sono utili a noi donne, non solo per i nostri prodotti di bellezza, ma per molte altre cose: per esempio pettini o spazzole, blister di compresse o cerotti da tenere in borsa nel caso dovesse servire, ecc. ecc. 

Io stessa ne ho più di una sempre con me.

Il tessuto di questa che vi propongo è in cotone inglese per l'esterno, mentre l'interno è in panamino.

A vostra disposizione per ogni informazione inerente le mie creazioni.


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Sabato scorso sono stata a Cison di Valmarino (Tv) per l'edizione annuale di "Assaporando Cison", che si è tenuta il 30 aprile e 1-7-8 maggio 2016. E' stata una giornata stupenda, baciata da un bellissimo sole, calda ma non troppo.



Con me e consorte è venuta la coppia di amici di sempre Claudia e Gian Carlo. Il tempo è letteralmente volato, tra mangiata, degustazioni, e risate a non finire.



Qui eravamo appena usciti da una magnifica carrellata di stand che andavano dall'aceto balsamico, ai formaggi, dolci, e grappe.....e qui Gian Carlo non è riuscito a convincere la moglie ad acquistare una bottiglia particolare contenente la grappa appunto. E per consolarsi, ha preso nello stand dell'Emilia Romagna, uno gnocco fritto con mortadella....vi lascio immaginare le risate.









 Abbiamo fatto acquisti praticamente in ogni stand: dalle mozzarelle di bufala, ai tortellini fatti a mano, culatello, salsicce di cinghiale, lardo, e chi più ne ha ne metta ^_____^!












Qui invece io e Claudia sedute in una panchina, ci siamo prese una pausa, ammirando lo spettacolo della natura che avevamo davanti a noi.





Abbiamo concluso la nostra magnifica giornata con un brindisi con il nostro meraviglioso Prosecco dei Colli Trevigiani, in attesa della prossima uscita ..... "culinaria" ovviamente!


♥ Buona settimana a tutte ♥
♥ zia Polly ♥