♥♥♥ Benvenute a tutte voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

lunedì 2 maggio 2016

♥ Sacchetto con fondo rotondo porta cucito - la grigliata con la squadra di calcio di mio figlio Nicolò ♥




Buongiorno e buon mese di maggio! Ok, ok, il tempo non pare essere quello di maggio, piuttosto quello di novembre, ma è sicuramente solo momentaneo, la bella stagione oramai è arrivata e sono certa che il clima tornerà ad essere quello di questo periodo dell'anno.

Ho confezionato diverse cose che posterò via via, e tra queste ho cucito dei sacchetti per essere utilizzati come porta cucito.






Questo che vedete è già prenotato e sarà consegnato nei prossimi giorni. E' confezionato in due tipi di fantasie: una a piccole roselline rosa su fondo verde tenue, mentre l'altra è un millerighe della stessa tonalità della rosellia.












Le tasche esterne servono per inserire fobici, spilli, metro, ditale, ecc.









Mentre all'interno verranno inseriti gli spagnoletti, l'uovo per il rammendo dei calzini, gessetti, puntaspilli e quegli oggetti che attendono di avere qualche piccolo rammendo, e che non è simpatico vedere qui e là. Così restano nascosti da occhi indiscreti, in attesa di essere accomodati.








E' interamente foderato con il tessuto millerighe con cui ho creato le tasche esterne.




Il fondo è rotondo con la stoffa a roselline.




Una coulisse con cordoncino serve a chiuderla, e due piccoli decori lo abbelliscono.

Mi piace abbinare tessuti con fantasie diverse, cercando di trovare sempre tonalità che si sposino bene insieme.


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Ho avuto un w.e. piuttosto intenso, nonostante la pioggia che, fortunatamente, ci ha risparmiato nella giornata di sabato, quando abbiamo avuto una grigliata con la squadra dove gioca mio figlio.


E' stata una giornata fantastica, in compagnia di ragazzi davvero splendidi. Molti di loro li conosco e frequentano la nostra casa, e io li chiamo sempre "i miei bambini", dirigenti inclusi, altri invece li ho conosciuti lì. 

Hanno preparato tutto loro, una grigliata degna di un Re! Io ho portato dolci e grappe fatte in casa.

La cosa particolare di questa giornata è stata la location: siamo stati ospitati dalla nonna di Davide (il ragazzo che vedete nel primo riquadro del collage, uno dei miei "bambini ^_^"). Una casa risalente al 1850, ancora con la pavimentazione originale all'interno, che mi ha folgorata, fatta restare a bocca aperta.

Eravamo in mezzo alla campagna, che io amo immensamente. Ma ciò che mi ha letteralmente rapita è stata la nonna di Davide. Una donna di 85 anni, con un sorriso dolcissimo ed uno sguardo che parlava da solo, capelli e abbigliamento in ordine. Nonostante le sue stampelle, mi ha fatto vedere ogni cosa. Sono rimasta con lei praticamente tutto il tempo, assorta e rapita dal suo racconto di vita, una vita dura fatta di lavoro, tanto  lavoro, di sofferenza con dolori immensi, ma il tutto è stato costantemente accompagnato da un enorme amore, quello che l'ha aiutata ad andare avanti con più forza. L'ho ascoltata mentre mi raccontava di quando lavorava a ricamo di notte per le suore, dopo una giornata dura nei campi, per far quadrare il bilancio, illuminata solo con il lume a petrolio, la luce elettrica non l'avevano, dei suoi calzini fatti ai ferri, dei suoi lavori all'uncinetto. E poi quando mi ha mostrato con orgoglio le foto di tutti i suoi cari ho osservato i suoi occhi. L'ho stretta più volte e guardata con ammirazione, affascinata dalle sue rughe, dalle sue mani che erano il libro della sua vita e mi sono detta tra me e me "se da Lassù vorranno che io invecchi, desidero essere così, come lei, come lo è stata la mia nonna materna, forte, tenace, e sempre con la voglia di fare e di non lasciarmi mai andare".


Buon mese di maggio e buona settimana a tutte

♥ zia Polly ♥


venerdì 29 aprile 2016

♥ Nidi di patate al forno con punte di asparagi e uova ♥


Gli asparagi sono un ortaggio che va per la maggiore in questo periodo dell'anno. Contengono sali minerali, calcio, fosforo e il cromo che aiuta a diminuire il glucosio nel sangue quando è alto, tanto da esserne consigliato il consumo per il diabete di tipo "2".

Depurano l'organismo da sostanze dannose e, quindi, dai radicali liberi. E' un alleato per la prevenzione del tumore al seno, colon, laringe e ossa. Alleato anche per il cuore, avendo un alto contenuto di potassio che regola la pressione arteriosa. Per di più aiuta la pelle a prevenire l'invecchiamento. 

Le persone che soffrono di problemi renali, o reumatismi non possono consumarli, come gli allergici.


Molti sono i piatti a cui si presta, dagli antipasti, ai primi, ai secondi, al contorno e, nella zona di Bassano del Grappa (Vi) ci fanno pure i dolci. 

La mia ricetta di oggi li vede protagonisti di un antipasto, gustoso, per niente complicato e che non ruba molto tempo alla preparazione. 




Ingredienti per 9 nidi di patate:

2 patate di media grossezza
9 asparagi
2 uova
una manciata di parmigiano grattugiato
noce moscata
sale e pepe q.b.
2 cucchiai di farina 
olio extravergine d'oliva
prezzemolo tritato per guarnizione


Procedimento:

Procedete alla cottura degli asparagi, dopo averli sciacquati sotto l'acqua corrente, facendo attenzione a non bagnare le punte, e tagliando la parte finale. Lessate anche le due patate e fate rassodare 1 uovo.

Scolate gli asparagi e teneteli da parte. Sbucciate le patate e schiacciatele con lo schiaccia patate dentro una ciotola.




Aggiungete la manciata di parmigiano, una grattatina di noce moscata, un uovo, un pizzico di sale e pepe e 2 bei cucchiai di farina.

Mescolate bene il tutto.



Prendete un foglio di carta forno e rivestite una leccarda. Infarninate le mani e prendete un pò dell'impasto di patate e formate con i palmi delle mani una sorta di pallina. Poggiatela sul foglio di carta da forno e pigiate leggermente all'interno, ottenendo una sorta di piccolo incavo.

Mettete in forno già caldo a 200° per 20 minuti. Lasciate freddare e poi posate questi nidi su di un piatto da portata.



Sgusciate l'uovo e fate 9 spicchi. Tagliate le punte degli asparagi precedentemente lessati, e posate una fettina d'uovo e una punta d'asparago sopra ogni nido. Aggiustate di sale e pepe, versate appena un filino d'olio extravergine d'oliva, e guarnite con del prezzemolo tritato.

Ed ecco pronti i nidi di patate al forno con punte di asparagi e uova ^__^!

Possono essere preparati anche il giorno prima, coperti con della pellicola e conservati in frigo, e scaldati per qualche minuto in forno prima di essere serviti.

Questi nidi, possono avere molte varianti come guarnizione, come una macedonia di verdura cotta messa sopra e spolverizzata di parmigiano, oppure filetti di alici passati in padella con un filo d'olio, uno spicchio d'aglio e prezzemolo. Tante sono le possibilità di farcirli, date spazio alla vostra fantasia.


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Lo scorso fine settimana il tempo è stato brutto, e pare che anche quello che sta per arrivare lo sarà.

E che facciamo? Beh, un'idea è di provare a fare questa ricettina, magari pasticciando insieme ai componenti della vostra famiglia. I bambini generalmente amano cimentarsi con le mamme in cucina. Mio figlio era così, ed oggi è un discreto cuoco, per la gioia della sua ragazza :-))). 

Sereno e gioioso fine settimana a tutti coloro che passeranno di qui!

♥ by zia Polly ♥

martedì 26 aprile 2016

♥ Set da bagno bianco con fascia in panamino con ricamo e nastrino bianco ♥





Ciao a tutte donne, ed è passato anche questo lungo weekend dove si è ricordata la festa della liberazione del nostro Paese.

Il tempo, almeno qui dalle mie parti, è stato decisamente autunnale, e con una nota invernale proprio ieri, il 25 aprile. Infatti a Mestre, con un sole che faceva capolino tra nuvoloni come per tutta la zona,  per 10 minuti c'è stata una nevicata lampo.....da non crederci vero? 

Io ero a pranzo sul Montello (Tv) e mia sorella mi ha telefonato per chiedermi che tempo c'era e mi avvertiva di questa nevicata. Siamo scoppiate in una risata. Freddo donne, è tornato il freddo e anche ora sta piovendo. Ma tanto lo so, arriverà come al solito il caldo tutto d'un botto e si passerà dal riscaldamento al climatizzatore. E andiamooooooooo!!!


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

La stanza da bagno a mio parere deve avere le stesse attenzioni di tutte le altre stanze della casa, non solo nella cura dell'arredo, ma anche nella scelta degli asciugamani. Fa sempre un bell'effetto entrarvi e vedere dei bei coordinati, magari con un bordo a crochet, una decorazione applicata, o un decoro con un ricamo, anche semplice.



L'occhio cade naturalmente sulle spugne che vi si trovano, e non solo a noi donne. E' capitato che un mio ospite uomo fosse colpito dalla balza a crochet degli asciugamani che avevo in bagno (a suo tempo QUI ve li avevo mostrati, e sono tutt'ora in perfette condizioni). Quindi anche i maschietti, almeno qualcuno, vedono e apprezzano.

E per questo, tra le cose che amo creare, mi piace curare i dettagli degli asciugamani, come questo set composto da un asciugamano grande ed uno da ospite, bianchi, con una balza in panamino color grezzo sulla quale ho ricamato una sorta di onda verde con dei piccoli pallini a punto nodini. 





Nella parte superiore di questa balza, ho cucito un nastrino di raso bianco, che si conclude formando un fiocchetto al centro della stessa.

Un coordinato che può stare bene sia in un bagno moderno, che classico.

Per qualsiasi informazione potete contattarmi qui, al mio indirizzo mail.


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Vi saluto con delle foto che ho scattato proprio ieri, in uno dei posti che adoro, e che mi regala sempre tante belle emozioni.







♥ A presto ♥

♥ vostra zia Polly ♥

venerdì 22 aprile 2016

Risotto con foglie di rapa e cubetti di pancetta




La rapa, altro meraviglioso dono della natura, splendida radice che si trova in tutto il nostro territorio. Di lei non si butta nulla, nemmeno le foglie, perfette da abbinare ad altre verdure da fare cotte, come la bieta e la cicoria, e deliziose da preparare come risotto.




Ingredienti per 4 persone

2 rape
1 piccola cipolla
brodo vegetale
qualche cubetto di pancetta (facoltativo)
3 foglie di basilico
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
olio extravergine d'oliva
sale q.b.
1 pugno di riso per commensale




Procedimento:

Cominciamo con il pulire per bene le rape, lavandole con cura sotto l'acqua corrente. Separate le foglie dal tubero. Tagliate a julienne le foglie, dopo averle lavate accuratamente, mentre procederete a lessare le rape.

In un tegame versate la cipolla che avrete tagliato finemente, e lasciatela rosolare qualche secondo. Unite le foglie di rapa e lasciate appassire, coperte, a fuoco lento.

A questo punto, passate il tutto con il frullatore o con il mixer. Rimettete il tegame sul fuoco, aggiungete il riso e mescolate, aggiungendo via via il brodo vegetale che avrete precedentemente preparato.














A pochi minuti dalla fine della cottura del riso, aggiungete le rape cotte, sbucciate, e tagliate a pezzetti (tenete da parte una bella fetta che servirà come guarnizione), insieme a pochi pezzetti di pancetta e a 3 bei cucchiai di parmigiano grattugiato. Aggiustate di sale, facendo attenzione al fatto che avete aggiunto la pancetta ed il parmigiano.

Spegnete il fuoco e unite 2 foglie di basilico spezzettate. La terza servirà come guarnizione, unitamente alla fetta di rapa tenuta da parte.

Voilà, il risotto con foglie di rapa e pancetta è pronto.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Sarà un fine settimana lungo, lunedì si festeggerà il 25 aprile, il giorno della liberazione.

Un giorno importante per il nostro Paese, un giorno che ricorda la liberazione dall'occupazione nazista.

Il mio pensiero va a tutti coloro che hanno dato la loro vita per la nostra Italia, e mi chiedo, cosa direbbero vedendola oggi..............

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Un abbraccio a voi

♥ zia Polly ♥

lunedì 18 aprile 2016

♥ Una collana a crochet con cristalli e piccole roselline in resina color rosa corallo ♥



Ben ritrovate! Spero che tutte voi abbiate trascorso un fine settimana serenamente.

Io sono stata alla festa di compleanno di mia nipote Sara, 22 anni di gioia e allegria immensa, festeggiata da noi famigliari e da suoi amici, in quella che è stata casa dei genitori di mio cognato. Una domenica stupenda, baciata da un tiepido sole, con piatti buonissimi preparati da mia sorella e marito. E sono stata pure coinvolta in balli "young"  da un'amica di mia nipote che fa l'animatrice in villaggi turistici, e non vi dico le risate.



Mancava mio figlio perchè impegnato con la squadra in una partita di calcio, e la sua fidanzata, che ovviamente lo ha seguito. Ma ci rifaremo. 


♥ ♥ ♥ ♥ ♥


Le belle giornate oramai sono dominanti, l'aria è tiepida e si comincia ad uscire vestiti più leggeri, magari con una giacca e pantalone, o giacca e gonna, con un sottogiacca a girocollo. E pensando proprio a questo tipo di abbigliamento, ho creato questa collana a crochet.



Ho utilizzato dei cristalli di vetro in un delicato color rosa corallo, lavorandoli a crochet con un filo di scozia in tinta.




Cinque piccoli bocciolini di roselline di una tonalità più intensa, la completano.


Per qualsiasi informazione inerente i miei lavori, potete contattarmi tramite la mia mail.


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Buona continuazione di settimana a voi.

♥ zia Polly ♥


venerdì 15 aprile 2016

♥ Paella alla maniera di zia Polly ♥


In passato ho visitato più volte la terra di Spagna, e ho mangiato tante volte la famosa "Paella". Una in particolare la ricordo, e fu quella mangiata in un'isoletta a largo dell'isola di Ibiza. Era fatta con solo pesce ed era davvero strepitosa.

Ora io non ho la presunzione di dire che la mia sia come quella che si mangia in quella terra stupenda, tra l'altro io non posseggo nemmeno il tegame adatto per cuocerla, ma posso garantirvi che quella che ho preparato si avvicina parecchio.

Per prepararla ci vuole tempo, ma se mi seguirete, vedrete che non ne richiede poi così tanto, basta organizzarsi. Ma bando alle ciance.....si comincia!



Ingredienti per una Paella per 6-8 persone

500 gr di cozze
500 gr di telline
1 peperone rosso ed 1 peperone giallo
2 bei pomodori
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
una manciata di piselli (io ho usato quelli che congelo ogni anno)
5 calamaretti
5 bei gamberoni
2 bustine di zafferano
5 pugni di riso per insalata di riso
un bicchiere di vino bianco
olio extravergine d'oliva
prezzemolo tritato
sale e pepe q.b.


Procedimento:

Allora, cominciamo con il pulire accuratamente le cozze e togliere quella specie di barbetta che hanno, mentre le vongole le metteremo a "spurgare" per mezz'ora, in acqua tiepida con una bella manciata di sale grosso. Questa operazione serve a far sì che si depurino e che esca eventuale sabbia che si trova all'interno. Nel frattempo, cominciate a tagliare a pezzetti, dopo aver lavato tutto accuratamente, i peperoni, i pomodori e la cipolla. Prendete un tegame inaderente, mettete un pò d'olio d'oliva e versate il tutto. Coprite e lasciate cuocere a fuoco moderato per circa 20 minuti.
















Sciogliete le bustine di zafferano dentro ad un bicchiere con due dita di acqua tiepida e versate sui peperoni. Aggiungete ora i piselli, salate e pepate e rimescolate il tutto, coprite e fate cucinare per 5-10 minuti. Spegnete e lasciate coperto.














Mettete a bollire un tegame con dell'acqua. Pulite i calamari dalle interiora, occhi e bocca, e sciacquate i gamberoni.
Appena l'acqua accenna al bollore, versate dapprima i calamari che cucineranno per 5 minuti. Toglieteli con una schiumarola e metteteli da parte. Versate ora nella stessa acqua i gamberoni interi, e lasciateli cuocere per 15 minuti. Scolate e lasciate freddare. Procedete poi a togliere la corazza di 3 gamberoni, due interi li lasciate da parte, serviranno da guarnizione, insieme alle teste di quelli che invece avrete pulito. 

Tagliate tutto a tocchetti, come vedete dalle foto qui sopra, e versate dentro ad un contenitore che possa andare poi in forno. Io ho usato una terrina d'acciaio.



Sciacquate le telline sotto l'acqua corrente, prendete un tegame inaderente, versate un filo d'olio, lo spicchio d'aglio tagliato a pezzettini e aggiungete telline e cozze insieme. Ponete sul fuoco con un coperchio. Dopo appena pochi minuti, vedrete che cominceranno ad aprirsi. A quel punto versate il bicchiere di vino bianco, e lasciate evaporare. Aggiustate con un pizzico di pepe. NON METTETE SALE, perchè sono già salate di suo.

Lessate il riso e, mentre quest'ultimo si cucina, cominciate a riunire tutti gli ingredienti.


Vongole con le cozze, alle quali unirete la polpa di gamberoni e calamari, e mescolerete con cura, affinchè si amalghimino bene tra loro. Quindi l'insieme di verdure con lo zafferano.

Scolate il riso e fermate la cottura sotto il getto di acqua fredda. 



Versate il riso a pesce e verdura e rimescolate facendo in modo che si accorpori bene bene tutto. Posate sopra i gamberoni interi e le teste che avrete tenuto da parte. Aggiungete una bella manciata di prezzemolo fresco.



Se volete prepararla il giorno prima, sarà sufficiente coprirla con la stagnola e metterla in frigorifero.

Tiratela fuori una mezz'ora prima di servirla, aggiungete un filo d'olio d'oliva extravergine, rimescolate, ricoprite con la stagnola e passate in forno a 160° per 15 minuti.



E' ovviamente un piatto unico, buono, saporito e anche salutare.

Inutile che vi dica che questa Paella è sparita mooooolto velocemente ^__^.

Non dovete spaventarvi, preparare un pranzo di Natale o Pasqua porta via molto ma molto più tempo, fidatevi.

E poi, volete mettere la soddisfazione di mangiarvi una bella Paella, a casa vostra, invece di mangiare una di quelle surgelate?

Ricordate sempre che cucinare è un atto d'amore per i nostri cari, perchè quello che mangiamo incide in modo determinante sulla nostra salute.

♥ Buon weekend dalla vostra ♥
♥ zia Polly ♥

lunedì 11 aprile 2016

♥ Cuscino porta fedi con pizzo ♥


Buon lunedì e buona settimana donne! 

Eh si, la primavera oramai è arrivata. Dopo la giornata decisamente autunnale di sabato scorso, ieri la primavera si è manifestata in tutta la sua bellezza, e si poteva stare in maniche corte.

Periodo di cerimonie per eccellenza questo, e lo sarà fino all'arrivo dell'autunno. 

Ed ecco una mia nuova proposta per un cuscino porta fedi, per un matrimonio classico e romantico allo stesso tempo.




Un cuore in tessuto panamino color panna, rivestito nella parte interiore, da un pizzo molto particolare color burro. Doppio nastro in raso e tulle, della stessa tonalità,  che fermeranno le fedi in un fiocco.




La particolarità di questo cuscino porta fedi? All'interno ci sono dei semi di lavanda che gli donano un delicato profumo.

Già disponibile qui nel mio negozio online

Sono comunque a vostra disposizione, privatamente tramite la mia mail, per qualsiasi informazione inerente le mie creazioni.

Auguro a tutte una settimana carica di cose positive.


♥ zia Polly ♥