♥♥♥ Benvenute a tutte voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

venerdì 20 gennaio 2017

Radicchio tardivo in saor


Il radicchio tardivo è il re dei radicchi. Contiene potassio, magnesio, calcio, fosforo, zinco, sodio, ferro, rame e inoltre vitamine del gruppo B, C, E e K.

E' depurativo grazie al suo alto contenuto di acqua, perfetto per chi è a dieta e utilissimo anche per chi soffre di psoriasi.

Insomma, è una "medicina" naturale.

La ricetta che vi propongo oggi è tipica delle mie zone, una variante per degustarlo in modo più saporito.



Ingredienti: 

6 bei ciuffi di radicchio tardivo
1 cipolla bianca
una manciata d'uvetta e 1 di pinoli
1 bicchiere di aceto bianco
mezzo bicchiere d'acqua
1 cucchiaino di zucchero
olio extravergine d'oliva
sale e pepe q.b.


Procedimento:

Lavate e tagliate a spicchi in lunghezza il radicchio tardivo. Stendete un foglio di carta forno sulla leccarda e adagiatevi il radicchio. Salate, pepate e cospargete con un filo d'olio extravergine d'oliva. Infornate a 200° per 15 minuti.

Tagliate molto finemente la cipolla e mettetela in una casseruola con l'aceto, l'acqua ed il cucchiaino di zucchero. Cuocete a fuoco lento fino a quando non vedrete la cipolla bene appassita. Spegnete e lasciate raffreddare.


Mettete in ammollo in acqua tiepida l'uvetta sultanina per circa 20 minuti. Dopo di che, strizzatela bene e asciugatela con della carta assorbente da cucina.


Prendete un piatto da portata e cominciate a fare degli strati di radicchio, la salsa di cipolla, uvetta e pinoli.

Lasciate riposare per un giorno prima di degustarlo.

▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Credo che ogni commento su quanto sta avvenendo in centro Italia sia inutile.

Davanti agli eventi e catastrofi naturali l'uomo nulla può, ma può ed è un dovere prevenire, intervenire nei tempi giusti per salvare la vita delle persone.

Coscienza, questa ci vorrebbe, senso di responsabilità da parte di chi riveste cariche addette a questi ruoli.

Mi permetto di invitare chiunque passi in questo mio blog, a fare attenzione, nel caso decidesse di fare donazioni per le popolazioni colpite dal terremoto, a quale Banca è destinata la raccolta dei fondi.

Siate accorte/i, imparate a "leggere tra le righe", a non farvi abbindolare da questo e quell'altro annuncio in tv, radio, web.

Personalmente, unitamente ad altre blogger creative, ho partecipato ad un'iniziativa che ha seguito passo passo ogni movimento, dando costantemente notizie sia sull'importo ricavato, sia a chi è stato consegnato.

Un abbraccio enorme, immenso, anche se purtroppo solo virtuale, a tutti coloro che mai come ora sono messi a durissima prova. 

♥ zia Polly ♥





lunedì 16 gennaio 2017

Borsa in tessuto panamino con taschina ricamata e pochette


 Riecccccomi, non sono scomparsa! Come state, tutto bene? Avete passato bene le feste? Beccate l'influenza? Io e mio figlio ce la siamo presa, lui ancora non è del tutto guarito, ha qualche strascico ma ha ripreso a pieno ritmo tutti i suoi impegni ed io....vi pare che un'influenza mi possa stoppare???? Ma manco per niente! Ho avuto febbre alta un paio di giorni ma ho fatto tutto comunque, anche perchè noi donne, e ditemi se mi sbaglio, mica ci si può concedere il "lusso" di stare male, nooo? Le cose da sole non si fanno e quindi, magari trascinandoci ma a spizzichi e mozzichi ci dobbiamo arrangiare ;). 

Fa freddo, tanto tanto freddo e la neve è arrivata anche qui da me. E ammetto, a me fare la mia camminata abituale, con il freddo che mi arriva in faccia, proprio non mi dispiace. E' stato il mio toccasana appena 2 giorni di attenzione a causa dell'influenza ma, vi giuro, mi sono sentita rinascere e l'energia mi è tornata alla grande.



                          ♥♥♥







                              ♥♥♥








Ritorno a voi con una delle mie ultime creazioni, una borsa in tessuto panamino color grezzo, con una taschina, foderata, applicata sulla parte frontale ricamata con tante roselline a punto vapore. Ho deciso poi di passare un nastrino, giusto sotto il ricamo, di una tonalità appena più intensa.


L'interno della borsa è foderata con un tessuto rosa-lilla con tanti piccoli pois, lo stesso dell'interno del taschino.






                                ♥♥♥






                               


                                    ♥♥♥






All'interno della stessa si trova una pochette bella capiente, foderata anch'essa e, per renderne più agevole l'apertura...



...ho aggiunto lo stesso nastrino che ho passato sulla taschina.

Se siete interessate ai miei lavori, potete contattarmi alla mia mail, felice di darvi spiegazioni ed informazioni più dettagliate di ogni mia creazione.

♥♥♥♥♥

Venerdì scorso mio figlio ha compiuto 24 anni. Caroooooooo el me ben ♥♥♥♥♥!


I festeggiamenti sono iniziati allo scoccare della mezzanotte del 13 gennaio insieme alla sua fidanzata che gli ha regalato, tra l'altro, una maglia dell'Inter che lui desiderava da tanto tempo. E tutti stanno chiedendo a lei come diamine ci sia riuscita. Ah la forza dell'amore cosa riesce a fare ^___^!!!

E questa che vedete sopra, è la foto scattata ieri sera, e qualcuno già mancava. Era la cena che si sarebbe dovuta tenere questa sera ma, proprio ieri pomeriggio verso le 14.30, mio figlio mi chiamava comunicandomi che veniva sospesa la sua partita per impraticabilità del campo e l'allenamento sarebbe stato questa sera e non martedì. E quindi mi chiedeva se "riuscivo" ad anticipare di un giorno "Mamma, ce la fai?"......panico....sapevo che saremmo stati in tutto circa una ventina, qualcosa avevo già cominciato a predisporre ma mancava ancora una marea di cose da fare. Mio marito mi ha detto "non è possibile, come fai?". E io "aspetta un attimo, fammi vedere come posso organizzarmi.....ok, richiama Nicolò e digli che al massimo per le 20.30 dovrei farcela." Avete presente una macchina da guerra? Ecco, io mi sono sentita così. Il menù? 3 pizze, 2 torte salate di pasta brisèe (pasta che avevo preparato la sera prima), strudel di ricotta e spinaci (la sfoglia preparata anche questa la sera prima), 2 kg. di insalata russa, la maionese grazie al cielo, l'avevo montata la mattina, salsetta d'uovo, sfoglia al gorgonzola, salsa di fegatini toscana, tramezzini con una salsina di funghi (una ricettina che presto vi proporrò come idea antipasto), salsa con salsiccia e .... ingrediente "top secret", ossi con wustel, 2 tiramisù, 1 crostata con marmellata di ciliegie, galani e frittelle.



Perdonate la qualità decisamente scadente delle foto, ma era sera e la luce era quella che era.

Finito questo tour de force, mi sono fatta una doccia, vestita e preparata ad accogliere i ragazzi. 

E se pensate che il sabato prima, avevo avuto a pranzo chi non sarebbe venuto a questa cena....quando poi ieri sera, per l'ennesima volta, Davide, uno dei ragazzi mi ha detto "Paola ti iscriviamo a Master Chef" io gli ho risposto che manco morta andrei a quel programma e che non ci provi a farlo, pena, più nessun invito a pranzo o cena, ah ah ah! 

E nei prossimi giorni arriverà da noi chi non è potuto esserci ieri....ok, ce la posso fare.....

Post troppo lungo? Perdonatemi dai, era da un pò che non ci parlavamo!!!!!

A presto belle gioie.

♥ zia Polly ♥




venerdì 30 dicembre 2016

* Muffin salati ai gamberetti *


Ciaooooooo a tutte! Allora, passato bene il Natale? Vi siete abbuffate? So che tra di voi c'è stato chi ha passato questo Natale con l'influenza, molte amiche blogger e non me lo hanno detto. Chissà come mai arriva sempre precisa precisa in questo periodo dell'anno. Vabbè dai, spero che comunque ve lo siate passate, magari coccolate ancora di più dalle persone che vi amano. 

Non era in programma questo post, ma ho deciso di riapparire per condividere con voi una ricettina che potrebbe interessarvi per il cenone di S. Silvestro.

Pronte? Viaaaaaaaaa......




 Ingredienti:

200 gr. di farina "O"
1 uovo intero
100 ml. di latte tiepido
1 bustina di lievito di birra disidratato (o mezzo panetto di quello fresco)
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva più un filo per rosolare i gamberetti
180 gr. di gamberetti già sgusciati (vanno bene anche quelli surgelati)
un battuto di aglio e prezzemolo
sale e pepe q.b.



Procedimento:

Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido. Unite l'uovo e un cucchiaio di olio extravergine d'oliva e mescolate bene. Aggiungete quindi la farina ed aggiustate di sale.

Nel frattempo mettete a bollire un pentolino con dell'acqua e, appena accenna al bollore, versate i gamberetti e cuoceteli non più di 2 minuti.

Scolateli, fate un battuto d'aglio e prezzemolo ed unitelo ad un filo d'olio extravergine d'oliva in un tegamino. Fate rosolare appena e versate i gamberetti salando appena e cuocendoli per 5 minuti a fuoco basso.


Uniteli quindi all'impasto e mescolate il composto, affinchè i gamberetti vengano bene incorporati allo stesso. Coprite con della pellicola e lasciate lievitare in un luogo riparato da correnti d'aria per un'ora.



Prendete l'impasto lievitato e, con l'aiuto di un cucchiaio, ponetene un quantitativo pari ad un cucchiaio abbondante dentro i pirottini di carta.

Infornate a forno già caldo a 180° e cuocete per 20 minuti. Fate sempre la prova dello stecchino!




Sono un delicato antipasto e io li proporrò come segnaposto per i miei invitati ^__^!


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Auguri di buon fine anno e che sia per TUTTI un 2017 all'insegna della serenità nelle vostre famiglie ed intorno a voi.

♥zia Polly ♥




venerdì 23 dicembre 2016

♥ Ricetta del panettone salato - Auguri di buone feste a voi ♥




 Ed eccoci arrivati a Natale! Oramai ci siamo, fervono i preparativi in tutte le case già tutte addobbate per accogliere questa bellissima festa.

E tra i preparativi c'è l'organizzazione delle cene e pranzi da condividere con parenti ed amici, curando ogni piatto, ogni singola portata, che sia di pesce o carne in base alle tradizioni delle nostre regioni.

Il panettone salato è una sorta di pan brioche che ben si sposa con qualsiasi formaggio, salume, verdura grigliata e non solo. 

Vi propongo questa ricetta, semplicissima, e che vi permetterà di fare bella figura con i vostri ospiti.


 Ingredienti:

2 bustine di lievito disidratato o mezzo panetto di quello fresco
500 gr. di farina Manitoba "O"
1 cucchino di zucchero
10 gr. di sale fino
2 uova intere
200 ml. di latte tiepido
100 gr. di burro a temperatura ambiente
uno stampo di carta da forno per panettone
olio per ungere lo stampo



Procedimento:

In una ciotola mettere il lievito con lo zucchero ed il sale e farlo sciogliere nel latte tiepido. Unire la farina e mescolare con cura. Formare una fontana ed al centro aggiungere le uova ed il burro a tocchetti. Rimescolare il tutto fino a formare un impasto morbido.



Otterrete un panetto come dalla foto qui sopra. Copritelo con della pellicola e ponetelo in un luogo riparato da correnti d'aria, lasciandolo lievitare per un'ora e mezza.



Trascorso questo tempo riprendete l'impasto e lavoratelo per pochi minuti, aiutandovi con le mani leggermente infarinate.



Ungete lo stampo di carta da forno a forma di panettone ed inserite il panetto. Rimettete a lievitare, sempre in luogo riparato, per un'altra ora.

Cuocete a forno già caldo 180° per 45 minuti.

Potete presentarlo in tavola già tagliato in orizzontale, farcendone ogni strato in modo diverso.

Si può mettere del salmone affumicato con del finocchietto, dell'insalata russa meglio se fatta in casa, oppure con del prosciutto cotto e maionese, uova sode, foglie di lattuga, formaggi spalmabili, ecc. ecc.

E non è male assaggiarne una fettina con della cioccolata spalmata sopra ^__^.

E' considerato un antipasto ed immaginatelo al centro del tavolo farcito e tagliato a fette, pronte per essere degustate dai vostri ospiti. Io farò proprio così!

Potete prepararlo in anticipo e farcirlo qualche ora prima di servirlo.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Per qualche giorno il mio blog sarà in pausa. Sono state giornate intense per me. Consegne, corse a destra e manca, imprevisti che non mancano mai, annessi e connessi.

Staccherò per un pò, cercando di ricaricarmi e vivendo queste giornate con i miei famigliari e amici più cari.

Ma non smetterò di creare, quello proprio non posso farlo, è il mio modo per rilassarmi ♥_♥.

Auguri a tutte/i quelli che visiteranno questo blog, sia che lascino segno del loro passaggio, sia che lo facciano in silenzio.

Che siano giorni per tutti un pò più sereni, che tutto il male che sta devastando questa terra possa fermarsi. Lo volesse il cielo!!!!!

Non dimentichiamo di rivolgere un pensiero a chi vivrà questo Natale con la sofferenza nel cuore, perchè per loro questa festa che parla di famiglia, amore, serenità, sarà vissuta con un enorme velo di tristezza.

Ed è a loro che io penso in particolar modo, e vorrei tanto condividere insieme questi giorni, per non lasciarli soli nel sentire le campane a festa, mentre nel loro cuore c'è solo tanta sofferenza.....

♥ Buone Feste di cuore a tutti ♥

♥ zia Polly ♥








lunedì 19 dicembre 2016

Cuscinetto fuori porta per salutare la festa più bella dell'anno


 Oramai ci siamo, mancano pochissimi giorni al Natale. La frenesia di questi ultimi giorni nel pensare ai doni  ancora da fare ai nostri cari, organizzare cene e pranzi con i nostri famigliari e, nel mio caso, le consegne dei lavori commissionatimi, riempiono queste giornate e il tempo non basta mai! 



Tra gli ultimi lavori fatti e già consegnati, c'è stato questo cuscinetto fuori porta, nei colori del verde salvia, con dei mini pois un pò particolari, con fondo rosso. Al centro un ricamo a punto croce con la scritta "Noel". Un piccolo fiocchetto in raso verde Natale ed un bottoncino acquistato ad "Abilmente" a forma di Babbo Natale in un angolo...










...ed un sonaglino rosso fissato al lato opposto ed un filo di spago per appenderlo.












Ora si trova appeso alla porta di una villetta, pronto a dare il benvenuto a tutti gli ospiti di questa famiglia durante le festività Natalizie.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Saranno giornate "full" per me ed immagino per tutte voi.

Buon lavoro e buona settimana creativa donne! 

♥ zia Polly ♥

venerdì 16 dicembre 2016

* Vellutata di zucca e funghi *



Sabato scorso ho avuto a cena una coppia di amici, Beatrice e Paolo. Ci conosciamo da moltissimi anni, e da qualche anno, sono venuti ad abitare vicino a noi.

Tra i piatti che ho loro preparato, ho scelto questa vellutata di zucca e funghi, una zuppa leggera, perfetta per questa stagione fredda, ed anche per non appesantire troppo lo stomaco in vista del resto delle portate.


Ingredienti :

250 gr. di zucca a tocchetti (io ho scelto la qualità "violina")
1 patata di media grossezza
200 gr. di funghi misti (potete usare quelli surgelati)
mezza cipolla
un battuto di aglio e prezzemolo
brodo vegetale (bollire 1 cipolla, 1 gamba di sedano, 1 carota)
olio extravergine d'oliva
sale e pepe q.b. 


Procedimento:

Togliete la buccia dalla zucca e dalla patata. Lavate entrambe e tagliatele a tocchetti insieme alla cipolla.

In una casseruola mettete un filo d'olio extravergine d'oliva e unite queste verdure, lasciandolo cuocere, a fuoco basso, per circa 20 minuti.

Nel frattempo avrete preparato il brodo vegetale, che terrete costantemente acceso a fuoco basso.

In un'altra casseruola unite ad un filo d'olio il battuto di aglio e prezzemolo e il misto di funghi. Se li prendete freschi, come ho fatto io, puliteli accuratamente prima, togliendo il terriccio e sciacquandoli velocemente, sotto un getto d'acqua fredda. Se non li trovate, potete usare quelli surgelati, unendoli subito al battuto.

Cuocete a fuoco medio, e solo quando vedrete che sono quasi totalmente asciutti e ben cotti, spegnete il fuoco e tenete da parte.



Riprendete il tegame con la zucca e la patata e cominciate ad aggiungere il brodo vegetale e fate sobbolire per altri 10 minuti.



Trascorso questo tempo, unite una parte di funghi. Gli altri serviranno come guarnizione finale.

Mescolate con cura il tutto e continuate la cottura per 5 minuti.

Spegnete il fuoco e passate tutto con il minipimer. 

Aggiustate di sale e pepe, versate nei piatti ed al centro di ognuno posate i funghi rimasti.

Spolverizzate con una bella manciata di parmigiano grattugiato e.....buon appetito!

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Oramai il Natale è vicinissimo, se ne respira la magia ovunque, nelle strade, nelle piazze, nelle vetrine luccicanti e decorate con cura.

Lasciatevi trasportare da quest'atmosfera, anche se avete pensieri, problemi, momenti davvero difficili.

Se ci pensate, che cambia? Nulla, se non a renderci ancora più grigi, tristi, cupi.

Si deve imparare ad avere pensieri positivi, farne indigestione se necessario, e vi assicuro che gli effetti collaterali sono solo assolutamente benefici!

Cerchiamo di essere più consci che la vita è un cammino, talvolta tortuoso, terribilmente in salita, ma è la nostra vita.

E se siamo qui, nonostante tutto, significa che c'è ancora qualcosa che dobbiamo fare.

E allora apprezziamola, anche quando tutto pare perduto, perchè anche questo ci aiuterà a diventare più forti ad affrontare ogni cosa.

Un abbraccio a voi!

♥ zia Polly ♥

martedì 13 dicembre 2016

♥ Quadretto porta post-it ♥


Fare dei doni per le feste, per un compleanno o altra ricorrenza, richiede sempre una sorta di ricerca per capire cosa sia più giusto regalare.

Questa è la richiesta che mi viene sempre rivolta, trovare qualcosa che sia adatto per chi lo riceverà, senza cadere nel banale, e che sia pensato apposta per la persona e, soprattutto, che sia unico.




Questo è un mio progetto, ideato e studiato per una signora dal gusto classico e romantico, dono di Natale dell'amica che me lo ha commissionato.









E' un porta post-it, con roselline ricamate a punto vapore ed un nastrino in nuance. Un "cadeau" utile e riutilizzabile all'infinito. Una volta terminati i foglietti, basterà rinfilare il nuovo blocchetto nella taschina.
Oppure, potrà essere inserito un piccolo calendario, da cambiare di anno in anno.







Può capitare di avere necessità di scrivere un numero di telefono, un appunto e non riuscire a trovare nell'immediato questi comodissimi foglietti. E da questo è nata la mia idea: una sorta di quadretto da appendere, o poggiare, vicino al telefono, ad una scrivania, in cucina.

E la sig.ra Cinzia, non appena gliel'ho proposta come idea regalo, ne è rimasta folgorata e se l'è portato via subito. 

Ritorno nel turbine di ordini e consegne, ma non prima di aver augurato a voi buona continuazione di settimana.


Buona vita a tutte/i voi 

♥ zia Polly ♥