♥♥♥ Benvenute a tutti voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

martedì 30 settembre 2014

Un cupcake per Vania e Andrea



Vania è una ragazza che conosco da sempre, ha 28 anni e insieme al suo compagno Andrea hanno rilevato da qualche anno una pasticceria in quel di Mirano, la Pasticceria "Belvedere". Poche sono le volte che mi capita di passare nella piazza di questo paese, ma quando ci sono, vado sempre da loro a prendere un aperitivo (ne fanno uno alla frutta che è uno sballo), oppure un caffè.



E così ho pensato di far loro un piccolo "cadeau", in sintonia con il loro lavoro. Ed ecco che ho creato questo piccolo cupcake, dalle tonalità delicate, con una piccola ciliegina e l'ho racchiusa in una cloche di vetro alla quale ho messo un fiocchetto vichy bianco e rosso, per riprendere i colori di questo piccolo dolcetto.


E' stato un pensiero molto gradito, e di questo ne sono davvero felice.


venerdì 26 settembre 2014

Fagottini di pasta brisè con speck e funghi - Ho trovato un localino delizioso a Dolo "Bacaro dei Storti Cicchetteria"



La ricetta base per preparare la pasta brisè viene fatta con il burro, così insegna la ricetta francese, ma io spesso la faccio in versione più "light" sostituendo il burro con il nostro buon olio extravergine d'oliva. Oltre alle varie torte salate che si possono preparare con questa pasta, è possibile creare anche cose sfiziose, ottime come antipasto, una delizia per accompagnare un aperitivo.



Ingredienti: 

- 100 gr. di farina "00"
-   40 ml. di olio extravergine d'oliva
-   30 ml. di acqua fredda
- un pizzico di sale fine
- qualche cucchiaio di funghetti
- una fettina di speck per fagottino



Procedimento: in una ciotola versare la farina, l'olio extravergine d'oliva, l'acqua fredda ed il sale. Mescolare bene il tutto, deve risultare una pasta elastica, e non deve appiccicarsi alle mani. Eventualmente aggiungere un pò di farina.

Avvolgere nella pellicola e mettere in frigo per circa mezz'ora.



Prendete un foglio di carta da forno, infarinatelo un pò, e mettete al centro la pasta. Infarinate il mattarello e stendete l'impasto. Tagliate tanti quadri e al centro degli stessi mettete una fettina di speck e dei fughi (io li avevo cucinati precedentemente, ma se volete potete usare quelli dei vasetti ben sgocciolati dall'olio di conservazione).



Prendete i lembi dei lati della pasta e create una sorta di fagottino, come dalla foto qui sopra. Poggiate la carta forno con i fagottini su una teglia da forno e cuocete ad una temperatura di 160° per circa 20 minuti....et voilà il fagottino è pronto per essere degustato.

Potete variare il ripieno, mettendoci del salmone, dei pezzetti di formaggio, dei cubetti di prosciutto con lo stracchino....insomma sbizzarritevi con la fantasia.

♠ ♠ ♠ ♠ ♠

Un paio di weekend fa sono stata a fare una passeggiata a Dolo (Ve), un delizioso paese della riviera del Brenta. Era da un pò che non ci facevo visita e ho voluto camminare dentro i piccoli viottoli, ammirando le ville venete che in passato i ricchi veneziani fecero costruire per trascorrere le loro vacanze. 

Con mio marito ho scoperto un localino delizioso, proprio sul bordo della strada principale e ci sono voluta entrare. 



Questa è l'insegna che si legge da fuori. Appena entrati siamo stati accolti dal sorriso di Cris, un ragazzo stupendo, che mi ha raccontato il perchè il locale si chiama "Bacaro dei Storti". Da lì poi abbiamo cominciato a parlare e abbiamo avuto subito l'impressione di una persona molto intelligente, con un buon bagaglio di sapere anche storico da condividere, davvero un ottimo "ospite" e la cosa ci ha conquistati immediatamente. Quando poi ho visto i piatti che esponeva a base di pesce e non solo.....mmmmmmm.

Con il consorte si è deciso di tornare una sera per andare a mangiare qualcosa lì e.....DONNE UNA BONTA' UNICA. Un risottino di pesce tagliato a coltello da leccarsi i baffi, crostini di granchio con radicchio in salsa di maionese e un goccio di aceto balsamico da sballo, della polenta con sopra il baccalà, dei moscardini (qualità pregiata di piccoli polipi) che quando mio marito li ha visti arrivare ha detto "sento profumo di casa", e dei calamari ai ferri tenerissimi, un buonissimo prosecco.....E tutte queste meraviglie erano state preparate dalla moglie Maddalena.....e credetemi che il conto non è stato affatto salato.....assolutamente no!!! Altro che pizza e birra.....non c'è confronto qualità prezzo.




E abbiamo avuto il piacere di conoscere questa ragazza, dolcissima, un incanto sentirla parlare, pronta a spiegare i suoi piatti. Leggere nei suoi occhi l'entusiasmo, l'amore e la passione che mette in quello che prepara mi ha emozionata.

Questi giovani hanno rilevato questo locale da 4 mesi, sono una giovane coppia con una bimba di 14 mesi, Mia è il suo nome. Lavorano sodo, ce la stanno mettendo tutta per dare vita al loro sogno, e preparare piatti di pesce FRESCO non è facile, io so cosa vuol dire.

Se tra di voi che passate di qui ci fosse qualcuno dei dintorni ci faccia una visitina. Non troverete solo pesce o carne, ma anche i tipici "cicchetti" veneti, dal profumo di un tempo passato, che merita essere riscoperto e rivalutato, perchè queste sono le nostre origini, le nostre tradizioni. E questa giovane e coraggiosa coppia merita di essere conosciuta e premiata per la grande volontà, impegno (....visti i tempi....) e per la cura con cui accolgono e trattano i loro clienti.


Cris e Maddalena auguro a voi il meglio!

♠ ♠ ♠ ♠ ♠


BUON FINE SETTIMANA A TUTTE



mercoledì 24 settembre 2014

Una piccola borsettina in panamino per le mie ortensie d'autunno


Sto sistemando alcuni angolini della mia casa per accogliere l'autunno che è appena arrivato. Ogni anno cerco di procurarmi delle ortensie, proprio ora, quando hanno quel colore che parla di questa stagione, colori tenui ma anche carichi di quel rosso quasi cardinale.



Ho confezionato una piccola borsettina in panamino color greggio e ne ho messe alcune all'interno e poi posizionato il tutto ad angolo di una seggiolina antica proveniente dalla Toscana.


Una piccola trina tutt'intorno ed un semplice fiocco di spago legato ad un manico della borsetta....ed ecco un angolino del mio nido vestito d'autunno....

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

lunedì 22 settembre 2014

♥ Un piccolo pensiero per una donna speciale ...Gaia ♥


...e sono contenta di essere felicemente sorpresa che ci siano ancora donne come lei, Gaia, una donna che ho avuto l'onore e la fortuna di incontrare......una donna dal sorriso avvolgente e coinvolgente, splendida fuori come lo è il suo cuore grande....


....e allora capisco che forse non è un caso che l'abbia incontrata....no, non è un caso....come se qualcuno da Lassù volesse fortemente che ci trovassimo...in un momento particolare della mia vita...uno dei tanti....


...e per lei ho creato delle semplici cose. Ho scattato solo la foto a questa piccola bustina all'interno della quale ho messo un cuoricino profumato...


Grazie Gaia, per la bella persona che sei, per quello che trasmetti, per quello che insegni nonostante tu sia molto più giovane di me, e per essere entrata nella mia vita, soprattutto nel mio .




venerdì 19 settembre 2014

Con l'arrivo dell'autunno si comincia con le zuppe. Ecco la mia zuppa di cereali





Con l'arrivo dell'autunno si cambia alimentazione, si sente il bisogno e anche la voglia di mangiare minestre, zuppe. Io amo molto i cereali, sia d'estate che d'inverno, mi piace mischiarli abbinando pochi altri ingredienti, sono salutari, leggeri e fanno decisamente bene al nostro organismo.

Vi propongo quest'oggi la mia zuppa di cereali:

Ingredienti:
- un pugno di orzo
- un pugno di farro
- una manciata di ceci
- una carota (che manca nella foto)
- un pomodoro
- mezza cipolla o una piccola
- una patata
- una manciata di fagioli borlotti
- qualche foglia di basilico o un rametto
   di rosmarino
- sale e pepe
- olio extravergine d'oliva 
- parmigiano grattugiato



Procedimento: la sera prima mettete a bagno i ceci secchi e i fagioli (io uso i miei fagioli, che sgrano d'estate e li congelo).

Lavate e sbucciate la patata e la cipolla e tagliatele a tocchetti insieme alla carota. Prendete una bella pentola capiente, meglio se di terracotta,  e versate subito la manciata di orzo, farro, ceci e fagioli in abbondante acqua calda, e lasciate cuocere per circa 15 minuti.

Trascorso questo tempo aggiungete il pomodoro, la carota, la cipolla e la patata con il basilico, finchè lo si ha fresco, altrimenti unite del rosmarino. Continuate la cottura per altri 20 minuti a pentola coperta.

A questo punto passate un pò di queste verdure e unite la passata ottenuta alla zuppa.

Aggiustate di sale e pepe e servite caldo con un filo di buon olio extravergine d'oliva ed una bella manciata di parmigiano.

♦ ♦ ♦ ♦ ♦


Ed eccoci arrivati al primo fine settimana d'autunno e il tempo, almeno qui dalle mie parti, lo rispecchia in pieno.

Il mio fine settimana sarà all'insegna della creatività e di esperimenti gastronomici ;)))).

Un abbraccio a tutte voi.

lunedì 15 settembre 2014

♥ Un porta tea light a crochet bianco latte ♥





Pinterest è una fonte inesauribile di idee da cui attingere, suggerimenti per la casa e molto altro.....



....ed ecco che resto affascinata da un porta tea light bianco a crochet, con due piccoli bottoncini di madreperla...





...e decido di seguire il tutorial e nasce così, dalle mie mani, questo piccolo oggetto, semplice di cui mi sono innamorata...

Ora è pronto ad accogliere una piccola candela per essere accesa al tramonto, di un autunno oramai alle porte, con le giornate che si accorciano sempre di più.......

venerdì 12 settembre 2014

Roast beef alla maniera di "Zia Polly"





Buon venerdì donne come la butta? Dai su che è venerdì e finalmente è arrivato il fine settimana, anche se per molte di noi cambia poco: roba da lavare (porca di una paletta), roba da stirare (porca paletta maiala :(((), e cucinare....evvabbè dai, rimbocchiamoci le maniche e pensiamo che almeno non suona la sveglia presto, non si deve correre come generalmente si fa durante la settimana, commissioni, annessi e connessi...più o meno...☺

Uno dei miei piatti forti è il "roast beef a modo mio", una ricetta che, vedrete, non è affatto difficile, anzi è veloce e può essere usata in due modi: come? Seguitemi e capirete.



Ingredienti:

- kg 1 di "codino"o carne per roast beef
- 2 carote
- 1 gamba di sedano
- 1 spicchio d'aglio
- 1 cipollotto
- 1 rametto di rosmarino
- olio extravergine d'oliva
- sale e pepe




Procedimento: prendente una teglia e versate un filo d'olio extravergine d'oliva sul fondo e mettete il pezzo di carne. Tagliate a tocchetti grossolani tutti gli odori su elencati e metteteli sopra. Aggiustate di sale e pepe e versate ancora dell'olio in modo omogeneo su tutta la superficie della polpa, senza esagerare ovvio.



Mettete sul fuoco a fiamma bassa ma non bassissima e coprite. Dopo circa 20 minuti rigirate la carne e tornate a ricoprire con il coperchio. Fate cuocere ancora per altri 20 minuti.



A questo punto togliete la carne dalla pentola e lasciatela raffreddare prima di procedere al taglio.

Prendete il fondo di cottura e passatelo con il mixer, rimettetelo sul fuoco e aggiustate di sale se ce ne fosse bisogno, e fate cuocere per qualche minuto, giusto per rapprenderlo un pochino.

Tagliate il roast beef possibilmente con il coltello elettrico, viene decisamente meglio e le fettine saranno del giusto spessore. Mettete in un piatto da portata, ed a un lato dello stesso mettete una ciotolina con il fondo di cottura passato.

Questo roast beef va mangiato con un pò di questa salsina che, tra l'altro, io uso anche per condire la pasta: 1 ricetta = 2 piatti, mica male no?

Per chi non desidera la salsetta, può degustare questa carne con solo un filo d'olio extravergine d'oliva e una spruzzatina di limone.

Una ricetta semplice non vi pare?

§ § § § §


A tutte voi un sereno e tranquillo weekend!