♥♥♥ Benvenute a tutte voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

lunedì 27 gennaio 2020

Un bouquet di tulipani



I tulipani, fiori delicati, fiori di questa stagione, che possiamo trovare in vari colori e che sono uno dei fiori che io amo di più.


Li ho creati nel colore bianco, che simboleggia felicità, amore, gioia eterna, come anche pace, calma, serenità, stabilità, purezza e innocenza.


Li ho raccolti e racchiusi in un piccolo bouquet, fermato da un fiocco combinato da nastri animati nei colori del verde, tortora e pizzo.

E con questo mazzolino di tulipani auguro una serena settimana a voi.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

♥ zia Polly ♥

venerdì 24 gennaio 2020

Ricetta delle "Fritoe Veneziane"




 Siamo in tempo di carnevale e, ovvvvvvvvvvvvvvviamente, ci sono i dolci, taaaaaaaaaaaanti dolci.

Ogni regione ha i suoi dolci tipici di carnevale, frittelle, cenci, galani, chiacchere ecc. ecc.

Vivendo io nella provincia di Venezia, preparo anche le "fritoe veneziane", oltre ad altre che ho già postato QUI.

Ma bando alla ciance e passiamo alla ricetta:


Ingredienti:
250 gr. di farina per dolci
40 gr. di zucchero semolato più gr. 30 per la guarnizione
15 gr. di lievito di birra (due bustine di quello disidratato)
1 uovo intero
un bicchierino di grappa
la buccia di un limone grattugiato (bio, non trattato)
1 bicchiere di latte tiepido
35  gr. di uvetta
35 gr. di pinoli


Procedimento:

Mettete in ammollo l'uvetta nel bicchierino con la grappa.

In una ciotola capiente, versate il lievito di birra e scioglietelo nel latte tiepido.

Una volta sciolto, unite l'uovo, lo zucchero (40 gr) e mescolate con cura. Cominciate poi ad aggiungere la farina un pò alla volta, mescolando sempre per evitare il formarsi di grumi, i pinoli, la scorza grattugiata del limone e, per ultimo, l'uvetta ben strizzata.

Rimescolate bene il tutto, coprite con della pellicola e mettete a riposare questo impasto, in un luogo riparato dall'aria (io dentro il microonde chiuso) per un'oretta, o fino a quando vedrete che ha raddoppiato il volume.

Versate abbondante olio in un tegame non troppo largo, ma che sia alto.

Con l'aiuto di due cucchiai formate delle palline e versatele nell'olio caldo.

Rigiratele e toglietele quando le vedrete ben dorate.


Fatele asciugare in un foglio di carta assorbente.

In un piattino mettete il restante zucchero (30 gr.) e rigiratevi sopra le frittelle.


Ed ecco a voi le nostre fritoeeee!!!

Ci sono anche due varianti, basandosi sempre su questa ricetta. 

Non aggiungere uvetta e pinoli, friggerle e aprirle leggermente in un lato e farcirle o con crema pasticcera, o con crema allo zabaione.

Se passate a Venezia, o in provincia, le troverete in tutte queste versioni in ogni pasticceria.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Buon w.e. goloso o ghiotto a voi, se vi andrà di provare questa ricetta.

♥ zia Polly ♥


lunedì 20 gennaio 2020

Svuotatasche con la tecnica origami


La tecnica origami, applicata al cucito, mi incuriosisce e mi affascina.

L'avevo già provata qualche tempo fa e QUI potete vedere un'altro lavoro che avevo creato applicandola.

Non sempre è semplice, ci vuole pazienza e attenzione nelle varie piegature per arrivare ad un buon risultato finale.


Mi sono cimentata nel creare uno svuotatasche, imbottito, scegliendo due fantasie di tessuto; l'esterno in color sabbia a piccoli pois bianchi, e l'interno in una fantasia che si abbinasse.


Questo modo di creare oggetti di varia utilità è particolare ma posso garantire che, anche se non semplicissimo talvolta, alla fine da parecchia soddisfazione.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Giorni belli a voi!

♥ zia Polly ♥

venerdì 17 gennaio 2020

Vellutata di radicchio di Treviso





Zuppe, minestre, minestroni, sono i piatti che più si desiderano nelle giornate fredde dell'inverno per scaldarci.

E aiutano anche a rimettere in equilibrio il nostro organismo, oltre a farci un sacco bene.

La vellutata di radicchio, di cui vi darò la ricetta quest'oggi, non è affatto complicata, come lo sono tutte le vellutate d'altronde.

Si può preparare in anticipo e scaldarla al momento che dobbiamo pranzare, o cenare.


Ingredienti per 4 persone:

3 bei ciuffi di radicchio di Treviso
1 patata di media grossezza
uno scalogno
olio evo
brodo vegetale
sale e pepe q.b.
parmigiano grattugiato


Procedimento:

Preparate il brodo vegetale, facendo bollire in acqua una bella gamba di sedano, una carota ed una cipolla e tenetelo sempre sul fuoco, a fiamma bassa.

Lavate accuratamente il radicchio e la patata precedentemente sbucciata. Tenete da parte qualche foglia di radicchio che scotterete appena su un tegame inaderente. Servirà come guarnizione del piatto.

Tagliate grossolanamente radicchio, patata e scalogno e fate rosolare con un filo d'olio per qualche minuto in un tegame inaderente. 

Aggiungete 3 mestoli di brodo vegetale e lasciate cuocere lentamente per circa 15 minuti. Trascorso questo tempo, aggiungete altro brodo vegetale, almeno 5 mestoli.

Fate cuocere ancora per una decina di minuti.


Spegnete il fuoco e, con l'aiuto di un minipimer ad immersione, frullate il tutto.

Riaccendete il fuoco e fate andare, a fuoco basso, per altri 10 minuti, unendo un pò di sale e pepe.

Servite caldo, con una bella manciata di parmigiano grattugiato e posizionandovi sopra le foglie di radicchio precedentemente scottate.

Volendo potete degustare questa vellutata con dei crostini, meglio se integrali.

Voilà, la vellutata di radicchio è pronta!

Non è semplicissima da preparare?

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Almeno qui da me, anche se abbiamo appena finito di festeggiare il Natale,
siamo già entrati nel periodo carnevalesco.

E giù di frittelle, chiacchere, galani o frappe che dir si voglia!

Io preparerò sicuramente uno di questi (o entrambi ^_^) dolci in questo w.e.

E voi, farete come me, o siete a dieta post festività?

Alla prossima!

♥ zia Polly ♥




lunedì 13 gennaio 2020

Cuscino a cuore con rami di lavanda ricamati




Una ragazza che ama molto la lavanda e che mi ha chiesto di confezionare e ricamare un cuscino che la ricordasse.



Nasce così questo cucino a forma di cuore come da lei richiesto, con volant e retro in tessuto a quadretti vichy che richiama il colore di questo splendido e profumatissimo fiore.




Tanti rami ricamati a punto vapore si rincorrono e un fiocchetto di pizzo al centro.

E le foto che vedete, sono scattate da questa dolcissima creatura, che ha già posizionato questo cuscino nella sua casa.

Sua è l'idea sia della forma che del ricamo. Io l'ho solo realizzato, rendendo reale un suo desiderio.


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Felice settimana a voi.

♥ zia Polly ♥


venerdì 10 gennaio 2020

Torta sbricciolona con mascarpone e gocce di cioccolato fondente


 Golosa, ghiotta, "terapia" perfetta per curare ogni male questa torta ^_^!

Lo so, abbiamo appena finito di ingozzarci tra cene, pranzi per le feste appena trascorse, ma ..... un dolce almeno per il fine settimana ci sta, che ne dite???

E andiamooooooooooooo



Ingredienti: 

Per la base e copertura seguite la ricetta QUI

Per la farcia:

200 gr. di mascarpone
100 gr. di gocce di cioccolato fondente
1 uovo intero
50 gr. di zucchero
zucchero a velo per la decorazione finale


Procedimento:

Preparate la base come da indicazione della mia ricetta di cui vi ho indicato il link, e dividetela in due parti.

Prendete una tortiera a cerniera, imburrate e infarinate e mettete metà del composto, pressandolo bene con le dita.

Preparate la farcia: mescolate lo zucchero con l'uovo, unite il mascarpone e rimescolate fino ad ottenere una crema. Aggiungete le gocce di cioccolato fondente e rimescolate il tutto.

Versatelo sopra la base spalmando per bene.


Coprite ora il tutto con l'altra metà dell'impasto.

Cuocete a forno già caldo a 180° per 45-50 minuti. Fare sempre la prova dello stecchino!

Sfornate, lasciate intiepidire e posate questa torta su un piatto da portata e spolverizzate con zucchero a velo. 

Vi garantisco che questo dolce è gioia pura!!!!!

♥ ♥ ♥ ♥ ♥ 

Week end dolce e in armonia a voi.

♥ zia Polly ♥



lunedì 6 gennaio 2020

Copri gruccia con lavanda



Era un progetto a cui pensavo da tempo, un copri gruccia che, oltre a proteggere i capi dalla polvere, potesse preservarli dalle tarme in modo naturale.



Nasce così questo copri gruccia, con un inserto che contiene semi di lavanda che, oltre a profumare gli indumenti, li salvaguarda da quegli animaletti insidiosi.



Un fiocchetto animato che ricorda questo delizioso e delicato fiore, cucito all'apice dello stesso.

Ha riscontrato un successo che non mi aspettavo, tanto che appena visto da Luisa, una ragazza meravigliosa che ho avuto l'enorme piacere di conoscere, l'ha voluto subito ed entusiasta del profumo che il suo armadio emana solamente con uno, me ne ha ordinati altri.

No so se ve l'ho già detto, ma lo sapete che la lavanda è il fiore degli angeli?


♥ ♥ ♥ ♥ ♥


Buona vita a voi.

♥ zia Polly ♥