♥♥♥ Benvenute a tutte voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

lunedì 3 novembre 2014

Ripartiamo da qui....primi sorrisi dal letto dell'ospedale


Rieccomi a voi, per pochi istanti per spiegare cosa è accaduto.

Sabato 25 Ottobre mio figlio Nicolò ha avuto un grave, molto grave, incidente d'auto. Le condizioni erano apparse subito serie, tanto da essere trasportato con Codice Rosso (pericolo di vita) all'Ospedale di Mestre.

Io sono arrivata subito accompagnata da alcuni suoi amici, mentre mio marito giungeva poco dopo con la sua ragazza e altri amici.

Dopo aver atteso per circa un'ora e mezza, senza avere nessuna informazione sulla reale situazione di Nicolò, io e mio marito siamo stati fatti entrare, lo abbiamo visto e per me è stato un rivivere qualcosa di un non troppo lontano passato, in modo diverso, ma stessa sensazione.....

Era sveglio, e diceva "scusate, non so cosa sia successo, non ricordo niente, mamma mi dispiace, papà la macchina....". Io l'ho guardato e con una calma che, credetemi, non so perchè ma sempre mi accompagna davanti a situazioni dure (e ne ho vissute all'infinito.....) l'ho tranquillizzato, dicendogli che dell'auto proprio non c'importava nulla e l'unica cosa IMPORTANTISSIMA era che lui fosse VIVO.

Il dottore ci ha riferito queste parole "A vostro figlio è andata di lusso. Il quadro che mi era stato dato dall'ambulanza era davvero tragico. Invece.....posso dire che qui si tratta di un miracolo".

Già....miracolo....e io SO chi ha potuto fare questo....

Nicolò ha subito 2 interventi delicati in 4 giorni. Il percorso sarà lungo, difficile, faticoso....e io sarò al suo fianco, costantemente, tenacemente, ricominciando piano piano a lavorare, soprattutto per medicare le ferite dell'animo, del cuore. In Ospedale a turni abbiamo dovuto fare entrare gli amici, tanti ma tanti amici, una vera marea.

Io viaggio sempre con la mia borsa piena di cotone, uncinetto, tela aida e fili da ricamo. E mentre Nicolò dorme, cerco di creare qualcosa. E poi passano le infermiere e "Signora cosa sta facendo? Oh ma che bello...." e via che regalo qualcosa, mi fa piacere perchè vedo che apprezzano....e insegno ricette al personale e a chi fa assistenza ai ricoverati come me....e le giornate e le notti passano....

Tra voi amiche di blog c'è chi conosce il mio percorso di vita e so che magari si stanno preoccupando.

State tranquille, perchè IO LO SONO. Non ho avuto un destino facile ma la forza e il coraggio non mi mancano, ho la pelle dura!!!

E anche in questo delicato e difficile momento della mia, nostra vita, abbiamo avuto modo di vedere chi davvero sono le persone vicine, persone e rapporti VERI.

Spariti se non addirittura eclissati coloro che tanto parlano di "aiutare il prossimo, tendere la mano....."....e dov'è la novità?

Per esperienza, taaaaanta esperienza, posso affermare che coloro in cui ho visto più umanità, solidarietà, AIUTO, è in chi non predica per niente, ma vive nel concreto l'amore e la condivisione nel dolore e sofferenza.

VOGLIO RINGRAZIARE TUTTE LE AMICHE CHE MI HANNO CONTATTATA TRAMITE MAIL E CELLULARE.

Risponderò a tutte, chiedo solo un momento, devo organizzarmi, o meglio, riorganizzarmi. Dall'Ospedale non si riesce a chiamare, perchè schermato. Ma arrivo, tranquille che arrivo.

Dai, pensiamo positivo, io lo faccio sempre e comunque e quindi......spero di rientrare presto e condividere con voi tutte, nuove creazioni e nuove ricette.

UN BACIONE GRANDE GRANDE A TUTTE VOI...E NON DIMENTICATE MAI DI INIZIARE UNA NUOVA GIORNATA CON IL SORRISO.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥




30 commenti:

  1. carissima amica permettimi di chiamarti così...da mamma capisco cosa stai attraversando ma sono sicura che proprio l'amore di una mamma può fare miracoli e tu lo stai facendo ....ti auguro di avere tanta tanta forza ..ti abbraccio con tanto affetto e abbraccia da parte mia anche il tuo figliolo....

    RispondiElimina
  2. Con le lacrime agli occhi , frastornata e colpita dall'accaduto Ti sono vicina con affetto ... sollevata che non sia accaduto qualcosa di più irreparabile ...il tuo figliolo si riprenderà anche con tanta soffernza ma sarà ancora tra voi Ti abbraccio con tanto affetto e spero che la tua forza d'animo non ti abbandoni mai .... un saluto carissimo e un grade abbraccio a te e la tua famiglia ....bacioni
    giusi

    RispondiElimina
  3. Paola me per sei un esempio di forza, positività e io ti ammiro tanto...ti penso e ti sono vicina anche se lontana....io credo nei miracoli e anche il tuo Nicolò ne è una prova...ti abbraccio forte simona....

    RispondiElimina
  4. Carissima Paola,
    Mama mia... Che un destino tutti vissuto ancora... Ma grazie a Dio che tuo figlio vive! Sì, guarigione richiederà tempo, ma che non conta in questo momento. La mia banda larga è utilizzato per il giorno, così quando natura chiamato ad alzarsi nel cuore della notte, ho letto il tuo messaggio qui e solo desidero inviarti un grande abbraccio virtuale. Tutta la famiglia. Dio fiducia e sì, amici blogger sono così molto gentili!
    Baci,
    Mariette

    RispondiElimina
  5. Cara Paola, mi spiace molto per l'accaduto, ti sono vicina e auguro a tuo figlio di riprendersi bello e forte come prima. Vedrai che passerà questo periodo che ci accomuna nell'ansia e nella preoccupazione che sto vivendo anch'io per l'ictus che ha colpito mio fratello.
    Dobbiamo avere fiducia nei bravi medici e nella Provvidenza.
    Abbi forza, Paola ! Un grande abbraccio, Verbena

    RispondiElimina
  6. Non ho parole, del resto mi sembrerebbero superflue e banali. L'importante è che tutto vada a posto. Un abbraccio, Anna.

    RispondiElimina
  7. che sollievo leggerti oggi, con queste belle foto, un grosso sospiro di sollievo e capisco la tua frenesia gioiosa. Complimenti un abbraccio a tutti voi e a presto in piena forma!! baci

    RispondiElimina
  8. Cara Paola, io ho preferito non mandarti mail ma lasciarti solo il commento al post precedente perchè avevo avvertito la gravità della situazione e non volevo risultare inopportuna. Dire che sei una donna esemplare ed unica può risultare banale ma sono le sole parole che torvo per manifestarti la mia ammirazione. Sono sicura che un angelo speciale ha aiutato tuo figlio, dando la prova che esiste una vita parallela alla nostra. Un forte abbraccio a te ed a tuo figlio.
    Bacioni
    Alessandra.

    RispondiElimina
  9. sei una donna fantastica e Nicolò ha una mamma meravigliosa!!!!!! un angelo speciale ha vegliato su di lui.....ti abbraccio fortissimo e fai una carezza a Nicolò per conto mio Lory

    RispondiElimina
  10. Le tue preghiere hanno fatto il miracolo e adesso ti ci vuole tutta la tua forza per aiutarlo a guarire... Nicolò ha due angeli vicino... uno degli angeli sei tu!
    Un forte abbraccio
    Laura

    RispondiElimina
  11. Paola carissima, la penso esattamente come Laura, tuo figlio
    ha due Angeli.....un abbraccio cara e un bacione a Niccolò con
    tantissimi auguri per una buona e veloce guarigione.
    E tu? Tu sei grande!!!!
    Susy

    RispondiElimina
  12. Cara Paola sei una persona speciale, dalle tue parole si riesce a percepire la serenità che vuoi e devi gelosamente conservare! Ti sono vicina col pensiero e con un super abbraccio virtuale! Chiara.

    RispondiElimina
  13. Cara Paola, per quanto possibile ti sono vicina nella preghiera. Sono felice che il peggio sia passato ...il resto lo faranno la tua tenacia, la tua forza, il tuo amore di mamma. In boccia al lupo per tutto ....sei una forza della natura vedrai che anche questa passerà ...ci vorrà del tempo, tanti sacrifici, qualche giornata no, attimi di scoramento ...ma la gioia di vivere tornerà e noi ne gioiremo tutti insieme!!!
    Un abbracciano
    Paola

    RispondiElimina
  14. Mamma mia chissà che spavento! Cara Paola la vita non ci risparmia nulla...sono contenta però che il peggio sia passato, grazie a Dio ! Sai che a settembre mio nipote ha fatto un incidente in moto e ha rischiato la vita, ma alla fine se l'è cavata con una gamba rotta. Un abbraccio
    Isabella

    RispondiElimina
  15. Che momenti. .......non oso immaginare paola quello che stai passando. .ma visto che si sta risolvendo non posso che essere felice per tutti voi..sei una roccia!

    RispondiElimina
  16. Grazie a Dio tutto è andato bene !!! Ma immagino lo spavento che ti sarai presa ... fatti forza e presto tutto tornerà alla normalità !!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  17. un grosso in bocca al lupo e tanta pazienza e determinazione.....e tutto diventerà un ricordo.glo

    RispondiElimina
  18. Felice di vedere Nicolò sorridente anche se fasciato come una mummia ^__^
    Scherzi a parte...spero che Nicolò si riprenda alla grande e velocemente...a te e Rolando un pensiero speciale da mamma e nonna che immagina ciò che avete provato!
    Un abbraccio grande a tutti voi dalla mia famiglia♥
    Anna

    RispondiElimina
  19. Non riesco nemmeno ad immaginare che momenti terribili hai passato!!!
    Un grande abbraccio
    Raffaella

    RispondiElimina
  20. Cara Polly, un grande abbraccio a tutti voi...forza e coraggio è già meraviglioso vedere il sorriso di tuo figlio in quel letto d'ospedale ma non poso nemmeno immaginare i brutti momenti che hai vissuto.

    RispondiElimina
  21. Dopo tanto tempo di assenza dai miei "giri" per blog,passo dal tuo e leggo il post.
    Non posso fare altro che augurarti che tutto proceda adesso per il meglio dopo il grande spavento.
    Sappiamo che sei forte,ma perchè continuare a metterti alla prova?
    Un abbraccio carissima Paola,anche se solo con il pensiero ti sono vicina.
    Daniela

    RispondiElimina
  22. Anche se tutto fasciato l'importante e vederlo sorridere.
    Un abbraccio.
    Debora

    RispondiElimina
  23. Ciao cara Paola, leggo con sollievo che il peggio é passato.... Auguri dal profondo del cuore.
    E tu avanti con uncinetto e punto croce! Il tempo passerá nel migliore dei modi e farai felice chi ti sta intorno ( tua specialitá)
    Un bacio
    mimma

    RispondiElimina
  24. accipicchia che brutta esperienza! Meno male che tutto si sta risolvendo, per fortuna, un bocca al lupo e un abbraccio forte, SILVIA

    RispondiElimina
  25. carissima zia polly, dopo molto sono entrata nel blog e ho scoperto ciò che avete vissuto, spero che ora tuo figlio stia meglio, e che tu sia forte per "dare forza" a questo figlio che rinasce per una seconda volta.....un abbraccio grande

    RispondiElimina
  26. Carissima Paola,ultimamente sto poco al Pc e solo adesso ho letto questa terribile notizia che mi ha toccata molto,profondamente....sono momenti atroci che non vorremmo succedessero mai,vi sono vicina!!!
    Un forte abbraccio
    Letizia

    RispondiElimina
  27. Carissima Paola, spero che dal 3 novembre il percorso di tuo figlio stia sempre migliorando. SO che la fede ti aiuta e ti sostiene. Ti abbraccio con tanto affetto e a presto, via mail.
    Buona prossima giornata ... con il sorriso =)
    Silvia

    RispondiElimina
  28. Paola,ho perso questo post perché in quei giorni ero al paese!Spero che le cose vadino migliorando!Una bacione!Rosetta

    RispondiElimina
  29. cara Paola, anche io leggo solo oggi di questo incidente, mi spiace un sacco ma da mamma tiro come te un sospiro di solievo, venendo a conoscenza che le cose pian pianino stanno migliorando
    un angelo l'ha protetto
    vi ricorderò nelle mie preghiere di stasera
    un bacio grande Valeria

    RispondiElimina
  30. Ciao Paola, è successo anche a me circa 14 anni fa. E' stata dura ma con la vicinanza della mia famiglia e soprattutto di mia mamma l'ho superato. Sono esperienze difficili, dolorose sia fisicamente che moralmente, ma se ne esce più forti, è un luogo comune ma è vero, e te ne accorgerai anche tu. Vi auguro di riuscire sempre ad affrontare gli ostacoli e le prove che incontrerete con determinazione ma anche con il sorriso che credimi è importantissimo, un abbraccio e un bacio grandissimo!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra visita e per il commento.